Una delle numerose Nereidi Le cinquanta figlie del dio Nereo, Ninfe marine del Mediterraneo, distinte dalle Naiadi, che erano le Ninfe delle acque dolci, e dalle Oceanine, Ninfe dell'Oceano. La più celebre delle Nereidi fu Tetide, madre di Achille. Offese da Cassiopea, le Nereidi furono vendicate da Poseidone... Leggi, figlia di NereoIl "vecchio del mare", figlio di Gea e di Ponto, personificazione maschile del Mare. Dalla sorella e sposa Doride ebbe cinquanta figlie, le Nereidi. Come altre divinità marine, aveva la prerogativa di predire il futuro e di sapersi trasformare apparendo sotto diverse forme.... Leggi e di DorideFiglia di Oceano e Teti, fu sposa di Nereo e madre delle Nereidi. Nella poesia latina, la personificazione dell'acqua salsa.... Leggi; sposa di Peleo Figlio di Eaco signore di Egina. Cacciato dal fratello Teseo, si era rifugiato in Tessaglia, dove però aveva ucciso accidentalmente il re Eurizione. Andò allora a Iolco e si unì agli Argonauti nella spedizione per la conquista del vello d'oro. Aveva sposato la divina... Leggi e madre di Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi, è una divinità minore legata al mondo marino. Ha un ruolo importante in tutta l’IliadePoema epico dell'antica civiltà greca, del sec. VIII a.C. composto da Omero, in 24 canti o libri di complessivi 15.693 esametri in dialetto jonico. Racconta i fatti dell'ultimo mese e mezzo della decennale guerra di Ilio o Troia; il sorgere dell'ira di Achille verso... Leggi, dal primo all’ultimo canto, in cui cerca di aiutare e proteggere suo figlio; pur sapendo che è destinato a morire giovane, lo consola e gli procura le nuove armi fabbricate da Efesto EfestoDio del fuoco e fabbro della mitologia greca, era l'equivalente del dio Vulcano dei Romani. Siccome Zeus aveva generato Atena senza partecipazione femminile, facendola nascere dalla sua testa, Era ingelosita volle fare altrettanto e così senza avere contatto con uomo, generò Efèsto, ma nacque... Leggi.
Nome di etimologia incerta, viene collegato al tema θε- di τίθημι, “porre”, e potrebbe significare “colei che dispone” (Room’s Class. Dict. p. 295) o “calma le onde”, ma esiste anche Temi, forse riconducibile alla stessa radice, che non ha caratteri marini. Carnoy invece (DEMGR s. v., citando Van Windekens) preferisce evocare un ie. tetī, “mamma”, possibile termine espressivo della lallazione infantile (Lallwort, cfr. O’Sullivan in Snell, Lex.fr.Epos, col. 1027); cfr. però anche Tethys, con la quale non deve essere confusa.

Crediti
   •  Θέτις -δος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Canto dell’usignolo
19% HaikuJorge Luis BorgesSchiele Art
Lontano un trillo. L’usignolo non sa che ti consola.
Sempre nuove onde
17% Luciano CanforaSchiele Art
Questo gioco crudele fra l’inguaribile idealismo dei giovani, e l’inguaribile sete di dominio dei vecchi, non avrà mai fine. Sempre nuove onde si infrangeranno contro lo stesso scoglio.
Il nulla creatore
15% PoesieRenzo Novatore
Dal nulla emerge la creazione dionisiaca, l’eterna volontà di generare, la fecondità che mai cessa, l’eterno ritorno. Si tratta di un gioco, dove come posta c’è la propria vita. A vincere è chi non ha paura di morire con le armi in pugno. • Renzo Novatore⋯
Tutto è schiuma
14% AforismiConte di Lautréamont
Vecchio oceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi, grande scapolo, quando percorri la solitudine solenne dei tuoi flemmatici regni giustamente t’inorgoglisci della tua nativa magnificenza, e degli elogi autentici che mi affretto a farti. Voluttuosamente cullato dai molli effluvi della tua ⋯
Contro la logica della guerra
14% Bob MarleyMusica
Finché ci saranno i poteri di nazioni ricche che usano le armi per diffondere il loro dominio saccheggiando e distruggendo interi paesi, il mondo vivrà sempre nel terrore, ciò che possiamo usare in difesa della terra è il boicottaggio di tutti quei paesi ⋯