Dea del destino aveva il potere di decidere la fortunaDea romana del caso e del destino, ma in senso positivo.... Leggi dei singoli e della collettività. I Romani la identificarono con la dea Fortuna.Ogni città aveva la propria dea Tiche figurata con una corona turrita in capo e con in mano dei simboli di buon augurio.


Crediti

   • Τύχη •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Testa di TycheDea del destino aveva il potere di decidere la fortuna dei singoli e della collettività.
I Romani la identificarono con la dea Fortuna. Ogni città aveva la propria dea Tiche figurata con una corona turrita in capo e con in mano dei simboli di buon augurio. Palamede Figlio di Nauplio e di Amimone. Partecipò alla guerra di Troia e pagò con la vita l'avere smascherato l'inganno di Odisseo. Quando Menelao si accorse del rapimento di Elena, andò da suo fratello Agamennone a Micene, e gli chiese di raccogliere un esercito per... Leggi, dedicò i dadi da lui inventati nel tempio della dea ad Argo Argo1) Figlio di Agenore e di Gea. Si diceva che avesse cento occhi che dormivano e vegliavano a turni di cinquanta, era dotato di una forza immane grazie alla quale uccise il satiro che rubava le greggi agli Arcadi e così pure Echidna che... Leggi.
Anche un quartiere di Siracusa aveva questo nome.


Crediti

   • Τύχη •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Divinizzazione della fortuna, della sorte.
Deriva dal verbo τυγχάνω, dalla radice indoeuropea *dheugh-/ dhugh, “essere capace, riuscire”, testimoniata in parole germaniche, balto slave e celtiche (Chantraine, DELG, s. v. τυγχάνω); potrebbe significare “ciò che accade, che riesce”.


Crediti

   • Τύχη •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Dunque ci sei?
21% PoesieWislawa Szymborska
Poteva accadere. Doveva accadere. È accaduto prima. Dopo. Più vicino. Più lontano. È accaduto non a te. Ti sei salvato perché eri il primo. Ti sei salvato perché eri l’ultimo. Perché da solo. Perché la gente. Perché a sinistra. Perché a destra. Perché la ⋯
La logica del senso
19% FilosofiaGilles Deleuze
Il paradosso è il rovesciamento simultaneo del buon senso e del senso comune: appare da un lato come i due sensi, a un tempo, del divenire-folle, imprevedibile; dall’altro come il non senso dell’identità perduta, irricogniscibile. AliceNinfa del mare figlia di Nereo e dell'Oceanina Doride.... Leggi è colei che va sem⋯
Sul paradosso
19% FilosofiaGilles Deleuze
Il paradosso è il rovesciamento simultaneo del buon senso e del senso comune: appare da un lato come i due sensi, a un tempo, del divenire-folle, imprevedibile; dall’altro come il non senso dell’identità perduta, irricogniscibile. Alice è colei che va sem⋯
Una signora semplicemente amabile
17% Nikolaj Vasil’evič Gogol’Schiele Art
Oggigiorno da noi tutti i gradi e i ceti sono così irritabili, che qualunque cosa appaia in un libro stampato sembra loro un affronto personale: dev’essere una tendenza che è nell’aria. Basta soltanto dire che in una città c’è un uomo stupido, e già è un ⋯
Buona biglia
16% LibriPaolo Cognetti
Piccolo mio. Non è vero che da vecchi si diventa saggi. Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi non mi sento saggio. Ho fatto tanti sbagli e mi sa che ne farò ancora. Però in tutto questo tempo una cosa l’ho imparata: il segreto di un buon flipper non è nelle luci, nei suoni, nella scenograf⋯