Figlio o discendente diretto del dio supremo, significa signore, protettore e salvatore. Diventerà epiteto degli dei.

Crediti
   •  Ξάνθη  •
 • Miti3000
 • Mitologia e dintorni
Similari
La vita è tutta una bestialità
23% Luigi PirandelloPercorsiSchiele Art
C’è chi comprende e chi non comprende, caro signore. Sta molto peggio chi comprende, perché alla fine si ritrova senza energia e senza volontà. Chi comprende, infatti, diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi: «Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi non devo far questo, non devo far quest’altro, per non commettere questa o qu⋯
Diritto d’esistenza e d’espressione
19% FrammentiSalvatore Natoli
L’organizzazione della vita riesce ad impegnare e a distrarre quanto basta per diradare l’ansia o per evitarne quella concentrazione eccessiva che degenera in patologia. Quando poi l’ansia degli uomini rompe le barriere, la tecnica nuovamente le ricostrui⋯
Ci vorrebbe il Signore
18% AforismiJohn Maynard KeynesSchiele Art
Contro la stupidità anche gli dei sono impotenti. Ci vorrebbe il Signore. Ma dovrebbe scendere lui di persona, non mandare il Figlio; non è il momento dei bambini. • John Maynard Keynes • • • • • Egon Schiele • •
Come i miti operano nelle menti
18% Claude Lévi-StraussSocietà
La lingua è una forma di ragione umana, la quale ha la sua relativa logica interna e di cui l’uomo non sa nulla. Potrei dimostrare, non come gli uomini pensano nei miti, ma come i miti operano nelle menti degli uomini senza che loro siano informati di que⋯
Il momento supremo dell’amore
18% Gunnar EkelöfPoesie
L’ora della verità È quanto più lontano da tutti gli orpelli dell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi Lontano dal primo incontro Lontano dal sesso Lontano dalle carezze rassicuranti al capezzale del malato La mano che accarezza un’altra mano lentamente o accarezza una guancia Il momen⋯