XENIO
Epiteto di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi quale protettore degli ospiti.

Crediti
   •  ξένιος  •
 • Miti3000
 • Mitologia e dintorni
Similari
Come i miti operano nelle menti
32% Claude Lévi-StraussSocietà
La lingua è una forma di ragione umana, la quale ha la sua relativa logica interna e di cui l’uomo non sa nulla. Potrei dimostrare, non come gli uomini pensano nei miti, ma come i miti operano nelle menti degli uomini senza che loro siano informati di que⋯
Attesa di ospiti meritevoli
28% Friedrich NietzscheSchiele Art
Accontentarsi degli uomini, amministrare apertamente il proprio cuore, questo è liberale, ma null’altro che liberale. I cuori che sono capaci di una nobile ospitalità si riconoscono dalle molte finestre con le tendine abbassate e dalle imposte chiuse: cos⋯
Zeus e Prometeo
22% Giulio Maria ChiodiMitologia
La vicenda raccontata dal mito, il rifiuto di Prometeo Titano figlio di Giapeto e di Climene figlia di Oceano. In origine era solamente un Titano intelligente che riuscì ad ingannare Zeus, ma successivamente fu trasformato nel creatore e salvatore del genere umano mentre Zeus appare come un crudele tiranno. Quando i Titani sfidarono... Leggi di piegarsi alla volontà di Zeus, evoca paradigmaticamente una questione che noi definiremo di principio: l’indipendenza del sapere del potere. Chi ha il potere non ha il sapere e chi ha il sapere non⋯
Gli Edipi sofoclei
22% Eva CantarellaSocietà
Per capirne la ragione bisogna pensare al momento in cui andarono in scena: un momento in cui era ancora forte lo scontro tra la nuova civiltà giuridica, per la quale si rispondeva solo degli atti compiuti volontariamente, e l’antica cultura della vendett⋯
Indifferente e disorientata
19% Oliver SacksSchiele Art
Sull’aeroplano per Denver avevo letto un testo eccezionale, scritto da una bambina normale, molto dotata, di nove anni – una storia di fate da lei creata, con un meraviglioso senso del mito: tutto un mondo di magia, animismo e cosmogonie. Mentre camminava⋯