Il Vento occidentale, figlio del titano AstreoFiglio del titano Crio e di Euribia, sposo di Eos, con la quale generò Zefiro, Borea e Noto.... Leggi e di Eos Figlia dei Titani Iperione e Tea, dea dell'Aurora, per via dei suoi genitori non fu mai considerata dea di prima classe. Era la sorella di Selene e di Elio lo annunciava e lo precedeva su un cocchio trainato da due cavalli. Nel suo lavoro... Leggi. Accolse Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi alla sua nascita e la portò prima a Citera, poi a Cipro, e fu lo unico vento lasciato libero da Eolo EoloDio dei Vènti, abitava nell'isola di Lipari e teneva chiusi i vènti in una caverna.... Leggi perché spingesse la nave di Ulisse Il vero nome di questo eroe era Odisseo, nome dal significato formidabile datogli dal nonno. Ulisse che significa Lo zoppo in riferimento alla ferita riportata alla coscia in una battuta di caccia, fu l'epiteto che i romani preferirono usare per questo personaggio. Figlio di... Leggi verso ItacaPiccola isola greca del mare Ionio, al largo della costa epirota. Ne era signore Ulisse che vi tornò dopo un viaggio di dieci anno seguito alla distruzione di Troia.... Leggi. Rapì FloraDea romana che regolava la fioritura dei cereali e delle piante usate nell'alimentazione umana.... Leggi, che lo rese padre di Carpos, dio dei frutti. Provocò per gelosia la morte del fanciullo Giacinto Figlio di Amicle e di Diomeda per la sua grande bellezza fu amato da Apollo e da Zèfiro. Un giorno mentre Apollo e Giacinto giocavano al lancio del disco Zèfiro ingelosito fece deviare il disco che colpì al capo Giacìnto uccidendolo. Apollo disperato per... Leggi che gli preferiva Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi. A volte viene definito come il padre dei cavalli immortali di Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi e sposo dell’arpia PodargeNome dell'Arpia amata da Zefiro col quale generò Xanto e Bàlio.... Leggi. ZÈTO figlio di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi e di AntiopeRegina delle Amazzoni fu sconfitta e fatta prigioniera da Eracle che la diede a Teseo. Altra Antiope era figlia di Nitteo, che Zeus travestito da satiro sedusse. Quando Nitteo si accorse che la figlia era gravida la scacciò e la giovane ebbe asilo presso... Leggi, gemello di Anfione Figlio di Zeus e di Antiope, fratello gemello di Zeto. Nati sul Citerone furono allevati da pastori. Divenuti adulti uccisero Lico re di Tebe che aveva ripudiato la loro madre per sposare Dirce la quale per raggiungere il suo scopo aveva fatto chiudere in... Leggi, che simboleggia la forza fisica. Vendicò la madre dai torti subiti da LicoNome di diversi eroi, fra cui: 1. il figlio di Celeno e Poseidone (Apollod. Bibl. 3, 10, 1); 2. il figlio di Prometeo e Celeno (Lyc. Alex. 132); 3. il figlio di Irieo e della ninfa Clonia (Apollod. Bibl. 3, 5, 5); 4. uno... Leggi e da Dirce Seconda moglie di Lico, re di Tebe. Avendo recato offesa alla prima moglie ripudiata di Lico, Antiope, i figli di questa, Anfione e Zeto, uccisero Lico e legarono Dirce tra le corna di un toro che la sfracellò sulle rocce. Come dice Stazio nella... Leggi, costruì le mura di TebeFiglia di Asopo e di Metope e sposa di Zeto che per amore diede il nome della moglie alla città che fino a quel momento era chiamata Cadmea.... Leggi.


Crediti

   • Ζέφυρος •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Torre dei ventiRaffigurazione del vento dell’Ovest, figlio del titano Astreo e di Eos. Accolse Afrodite alla sua nascita portandola prima a Citera, poi a Cipro. Fu l’ unico vento lasciato libero da Eolo perché spingesse la nave di Ulisse verso Itaca. Rapì Flora, che lo rese padre di Carpos, dio dei frutti. Provocò per gelosia la morte del fanciullo Giacinto che gli preferiva Apollo. A volte viene definito come il padre dei cavalli immortali di Achille e sposo dell’arpia Podarge. Suoi fratelli erano Borea il vento del Nord e Noto Dio dell'omonimo vento del sud, apportatore di tempeste e di oscurità per cui rendeva insicura la navigazione. Era chiamato anche col nome di Austro.... Leggi il vento del Sud.
Rapì Flora, che lo rese padre di Carpos, dio dei frutti. Provocò per gelosia la morte del fanciullo Giacinto che gli preferiva Apollo. A volte viene definito come il padre dei cavalli immortali di Achille e sposo dell’arpia Podarge.


Crediti

   • Ζέφυρος •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Uno dei tre venti principali (cfr. Hesiod. Theog. 378-380 e Schol. ad loc., = Acusil. Fr. 15 Fowler), ai quali si aggiunge Euro (vento di sud-ovest; Hom. Il. 2, 145-147; 16, 765). È figlio di Astreo e di Eos, fratello di Borea e di Noto (Hesiod. loc. cit.). Con l’Arpia Podarghe genera i due cavalli divini di Achille, Balío e Xanto, (Hom. Il. 19, 400). Personifica già nei poemi omerici (passim) il vento dell’ovest, spesso violento. Non ha particolare mitologia. Una forma che anche sembra personificata, ma al femminile, Ζεφυρίη, si trova una sola volta in Hom. Od. 7, 119).
Questo nome è presente in miceneo cfr. ze-pu2-ro, PY Ea 56, etc. L’etimologia è legata a ζόφος, “oscurità” “occidente” (Buttmann, Lexilogus 114 a, cfr. Frisk, Gr. Et. Wört. s. v), e cioè al punto cardinale di provenienza del vento. Significa dunque “Vento dell’ovest”.
Accolse Afrodite alla sua nascita portandola prima a Citera, poi a Cipro. Fu l’unico vento lasciato libero da Eolo perché spingesse la nave di Ulisse verso Itaca. Rapì Flora, che lo rese padre di Carpos, dio dei frutti. Provocò per gelosia la morte del fanciullo Giacinto che gli preferiva Apollo. A volte viene definito come il padre dei cavalli immortali di Achille e sposo dell’arpia Podarge. Suoi fratelli erano Borea il vento del Nord e Noto il vento del Sud.
Rapì Flora, che lo rese padre di Carpos, dio dei frutti.
Provocò per gelosia la morte del fanciullo Giacinto che gli preferiva Apollo. A volte viene definito come il padre dei cavalli immortali di Achille e sposo dell’arpia Podarge.


Crediti

   • Ζέφυρος •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Essere immortali
17% AforismiFriedrich NietzscheSchiele Art
Si paga a caro prezzo l’essere immortali: per questo si muore, da vivi, parecchie volte. • Friedrich Nietzsche • • • • • Egon Schiele • •
La giustizia non è ritorsione
17% Dacia MarainiPercorsi
I destini familiari si ripetono attraverso le generazioni, quasi una fatalità che si tramanda da padre in figlio, da madre in figlia. Non so se sia una maledizione o una benedizione. Le donne come natura sono uguali agli uomini, ovvero capaci di fare il m⋯
Il fluire degli elementi
15% AforismiSergio Parilli
È l’incontro nello stesso percorso che fa la differenza, dove il vento e la vela, s’incontrano per spostarsi. Se la vela taglia forte il vento e il vento smette d’incontrarla, si rischia lo stallo. La vela da sola, rappresenta se stessa, è solo una vela: ⋯
Rappresentazione primitiva della madre
13% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Entrare nel vento
13% Haruki MurakamiLibri
Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia pe⋯