Egon Schiele ⋯
Un perenne sognare
colmo d’n tracimare dolcissimo di vita
incessante, – con paurosi dolori dentro l’anima.
Divampa, brucia, sviluppandosi a conflitto –
spasmo del cuore.
Ponderare – follemente vivo di voglia eccitata.
Insensato è il tormento del pensare,
impotente, a porgere pensieri.
Parli la lingua del creatore e offra! –
Dèmoni! Rompete questa furia! –
La vostra lingua, – i vostri segni, – il vostro potere.

Crediti
 • Anonimo •
 •  •  •  •  •
Similari
La scrittura delle donne
307% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
Il caso Nietzsche
302% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
262% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
I quattro problemi del “traduttore della lettera”
234% Alberto BramatiArticoli
La traduzione è nella sua essenza plurale etica dell’ascolto. • Antoine Berman • In Occidente la riflessione sulla traduzione si è fin dalle origini caratterizzata per l’opposizione tra il senso e la lettera. Citando Cicerone, Gerolamo (1993, 66) afferma ⋯
Imparare a pensare
196% David Foster WallacePercorsi
Quello che ancora non sapete è quanto sia alta la posta in gioco. Sono passati vent’anni da quando mi sono laureato e nel frattempo ho capito poco alla volta che il cliché secondo il quale le scienze umanistiche «insegnano a pensare» in realtà sintetizza ⋯