Egon Schiele ⋯

Senza le illusioni non ci sarà quasi mai grandezza di pensieri, né forza, impeto e ardore d’animo, né grandi azioni che per lo più son pazzie.

Crediti
Giacomo Leopardi

Egon Schiele
Similari
Il piacere delle illusioni
51% Giacomo LeopardiPercorsi
Il più solido piacere di questa vita è il piacer vano delle illusioni. Io Figlia di Inaco (o di Iaso o di Pireno), primo re di Argo. La bella Io, principessa di Argo, nonostante fosse sacerdotessa della dea Era, fu impalmata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla... Leggi considero le illusioni come cosa in certo modo reale, stante ch’elleFiglia di Atamante e Nefele 1., sorella di Frisso (Apollod. Bibl. 1, 9, 1, Hygin. Fab. 3), diede il suo nome all'Ellesponto. Si tratta di un nome di difficile interpretazione; Höfer (in Roscher, Myth. Lex. I, col. 2029) riporta varie ipotesi, tutte poco accettabili:... Leggi sono ingredienti essenziali del sistema della natura umana, e date dalla natura a tutti quanti gli uomini, in ma⋯
Le dilettevoli frivolezze
49% Giacomo LeopardiSchiele Art
Tutto è follia in questo mondo fuorché il folleggiare. Tutto è degno di riso fuorché il ridersi di tutto. Tutto è vanità fuorché le belle illusioni e le dilettevoli frivolezze. • Giacomo Leopardi • • Zibaldone di Pensieri 17 Dicembre 1823 • • Egon Schiele⋯
Sorgente primaria
38% AforismiGiacomo LeopardiSchiele Art
L’immaginazione è la sorgente della ragione. • Giacomo Leopardi • • • • • Egon Schiele •
La facoltà di patire
37% Giacomo LeopardiSchiele Art
Spessissimo noi, come un malato, un convalescente, che si cura, un povero che si procaccia il vitto con gran fatica, usando una infinita pazienza per solo conservarci la vita, non facciamo altro che patire infinitamente per conservarci, per non perdere, l⋯
L’universale indolenza
35% Giacomo LeopardiSchiele Art
Tutto è nulla al mondo, anche la mia disperazione, della quale ogni uomo anche savio, ma più tranquillo, e io stesso certamente in un’ora piú quieta conoscerò la vanità e l’irragionevolezza e l’immaginario. Misero me, è vano, è un nulla anche questo mio d⋯