Nicola Samorì ⋯ La vanità freddamente gioisce
Sfigurare i volti e strappare ai soggetti dipinti i propri connotati significa per l’artista indagare gli odierni meccanismi di interazione e interrelazione tra gli individui. Impegnati zelantemente nella cura delle molteplici differenti versioni pubbliche di sé da condividere con prontezza tanto nella vita reale quanto nella dimensione virtuale dei social media, l’uomo lentamente costruisce ciò che paradossalmente giunge a negare. La propria identità viene perciò trasmessa attraverso un filtro – ossia la maschera di se stesso – una protezione che lo rapporta all’altro, così facendo annullandolo.

Crediti
Carmen Stolfi

Pinterest • Nicola Samorì La vanità freddamente gioisce
Similari
Il caso Nietzsche
358% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
306% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
301% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯
Sotto la pelle: sangue, colore e scrittura.
300% ArticoliCarmen Stolfi
Io sono un autore che non è che prende ispirazione dal pezzo, copio il pezzo, cioè tento di calarmi nelle vesti di un autore e di sconvolgere in un istante, generalmente rapidissimo, il portato linguistico. Come lo fa è attraverso la mutilazione: lui infa⋯
Le maschere e il teatro della vita
280% ArticoliClaudio MustacchiLinguaggio
II linguaggio quotidiano associa spesso la metafora della maschera definendo ad essa l’inganno e l’imbroglio. Nel quotidiano ritornano frasi del tipo “togliti la maschera!”, “quel tipo porta sempre una maschera”, “cosa c’è dietro la sua maschera?”. Il ter⋯