⋯  ⋯
Il vuoto o il nulla del buddhismo zen non è dunque una semplice negazione dei fenomeni, o una forma di nichilismo o di scetticismo. Rappresenta piuttosto un’estrema affermazione dell’essere. Soltanto la delimitazione propria della sostanza, che crea tensioni oppositive, è negata. L’apertura, la gentilezza del vuoto significa anche che l’ente di volta in volta presente non solo è “nel” mondo, ma che nel suo fondo è il mondo, che nel suo strato profondo respira le altre cose o procura loro lo spazio di soggiorno. Così in una cosa abita il mondo intero.

Crediti
 • Byung Chul-Han •
 • Filosofia del buddhismo zen •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Amaro era il sapore del mondo
35% FrammentiHermann Hesse
La vita, tormento. Una meta si proponeva Siddharta: diventare vuoto, vuoto di sete, vuoto di desideri, vuoto di sogni, vuoto di gioia e di dolore. Morire a se stesso, non essere più lui, trovare la pace del cuore svuotato, nella spersonalizzazione del pen⋯
Essere-Altro, a noi inaccessibile
23% FilosofiaFriedrich Nietzsche
È vero, potrebbe esistere un mondo metafisico: l’assoluta possibilità di esso non può essere negata. Noi vediamo tutte le cose con la testa dell’uomo, né questa possiamo tagliarla; ma resta pur sempre la domanda: che cosa resterebbe del mondo, se tuttavia⋯
Le cose
19% CinemaCormac McCarthy
   E in che cosa credi?    In un sacco di cose.    Va bene.    In che senso, va bene?    Va bene, quali cose?    Credo in certe cose.    Questo l’hai già detto.    Probabilmen⋯
Il vuoto colmo
19% AnonimoPercorsi
Già si è detto tutto, ma siccome viviamo dimenticando, bisogna continuare a ripeterlo. La ripetizione non è innocente: produce nuovi effetti. Ogni reiterazione dimostra almeno due cose in una volta: “Ciò che si è detto” e anche quello che “già” è stato de⋯
Il reale avrà il sopravvento
19% FrammentiJacques Lacan
Sembra stia arrivando anche per gli scienziati il momento dell’angoscia. Nei loro laboratori asettici, avvolti nei loro camici inamidati, questi vecchi bambini che giocano con cose sconosciute, cominciano a domandarsi che cosa può accadere domani, a che c⋯