Egon Schiele ⋯

Sarebbe meraviglioso, pensò, se potessimo unire così saldamente l’essenza del mondo con quella del nostro cuore!


Crediti
 • Yukio Mishima •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Confondere le nostre mani
39% Paul ValéryPoesieSchiele Art
Confondere le nostre mani, i mali distruggerci reciprocamente, e nei silenzi per lungo tempo confessarci i nostri sogniSono i figli di Sonno, essi sono: Morfèo, Fobètore e Fantàso.... Leggi, in una uguale notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi unire in pianti gli occhi chiusi, e tra le braccia stringere un cuore, un solo cuore, pronto a consumarsi.
Interrompere la comunicazione
38% Andrea EmoSchiele Art
Si parla continuamente di solitudine e di incomunicabilità tra gli uomini. Ma nel mondo di oggi ciò che ci manca è appunto la solitudine che è considerata la colpa maggiore, e siamo obbligati a stare sempre in linea di comunicazione; potessimo comunicare ⋯
La bellezza del mondo nasconde un segreto
33% Cormac McCarthyFrammenti
Con l’ultima luce del giorno, quando il mirino del fucile era ancora visibile, cinque cervi entrarono nella bajada, drizzarono le orecchie e si misero a pascolare. Il ragazzo mirò alla femmina più piccola e sparò. Il baioCompagno di Ulisse e presunto fondatore della città di Baia in Campania. Le fonti termali della città erano dedicate ad Ercole.... Leggi di Blevins, pur legato, s’impennò⋯
Enciclopedia del cuore e del linguaggio
32% Claudio MagrisEstratti
A la recherche du temps perdu non è soltanto il più grande trattato sulle passioni umane offerto dal XX secolo, ma è anche il romanzo che si è più genialmente servito della quarta dimensione, il tempo, per delineare i personaggi. Questo tempo bergsoniano ⋯
Illuminazione di inanità
32% FilosofiaThomas Ligotti
Sapere, capire nel senso più pieno, significa immergersi in un’illuminazione di inanità, un paesaggio invernale della memoria la cui sostanza è tutta ombre e una profonda consapevolezza degli spazi infiniti che ci circondano su tutti i lati. All’interno d⋯