⋯
Ho voluto la mia solitudine
sono senza amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, mentre, barbaro
o miseramente borghese, il mondo è pieno,
pieno d’amore…
e sono qui come un animale
senza nome: da nulla consacrato,
non appartenente a nessuno,
libero di una libertà che mi ha
massacrato.

Crediti
 • Pier Paolo Pasolini •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il Nessun luogo senza il Nulla
28% PercorsiRainer Maria Rilke
Con tutti gli occhi vede la creatura l’aperto. Soltanto i nostri occhi sono come rivolti indietro e messi intorno ad essa come trappole, intorno al suo libero fine. Quello che c’è fuori, noi lo sappiamo solo dal viso dell’animale; noi già voltiamo Il bamb⋯
Una vecchia ferita
26% FrammentiJohn Fante
Ho vomitato sui loro giornali, ho letto i lori libri, studiato le loro abitudini, mangiato il loro cibo, desiderato le loro donne, ammirato la loro arte. Ma sono povero, il mio nome termina con una vocale dolce e loro odiano me, mio padre e il padre di mi⋯
La vita in compagnia
25% Pablo NerudaSchiele Art
Paul Eluard si sentì solitario, oscuramente solitario, come un abbandonato esploratore cieco. Non conosceva nessuno, non gli si aprivano le porte. Gli cadde addosso la vedovanza; si sentiva lì solo e senza amore. Mi diceva: «Abbiamo bisogno di vedere la v⋯
Incontare l’amore
25% FrammentiPablo Neruda
Paul Eluard si sentì solitario, oscuramente solitario, come un abbandonato esploratore cieco. Non conosceva nessuno, non gli si aprivano le porte. Gli cadde addosso la vedovanza; si sentiva lì solo e senza amore. Mi diceva: «Abbiamo bisogno di vedere la v⋯
Chi ama qualcuno ama la sua libertà
25% Aldo BusiSocietà
Quello che mi fa disperare dell’amore è la limitatezza della sua libertà di movimento fra le due persone e la costrizione cui si sottomette la libertà stessa, esaltando quella dell’uno, umiliando quella dell’altro, in effetti fuggendo via da entrambi. L’a⋯