⋯
Perché questo mondo che ci pare una cosa fatta di pietra, vegetazione e sangue non è affatto una cosa ma è semplicemente una storia. E tutto ciò che esso contiene è una storia e ciascuna storia è la somma di tutte le storie minori, eppure queste sono la medesima storia e contengono in esse tutto il resto. Quindi tutto è necessario. Ogni minimo particolare. È questa in fondo la lezione. Non si può fare a meno di nulla. Nulla può venire disprezzato. Perché, vedi, non sappiamo dove stanno i fili. I collegamenti. Il modo in cui è fatto il mondo. Non abbiamo modo di sapere quali sono le cose di cui si può fare a meno. Ciò che può venire omesso. Non abbiamo modo di sapere che cosa può stare in piedi e che cosa può cadere. E quei fili che ci sono ignoti fanno naturalmente parte anch’essi della storia e la storia non ha dimora e quindi non possiamo mai aver finito di raccontare. Non c’è mai fine al raccontare.

Crediti
Cormac McCarthy
Oltre Il Confine
Pinterest
Similari
Momento per momento
28% Cormac McCarthyPercorsi
Ma cos’è la vita? Puoi vederla? Svanisce nel momento stesso in cui appare. Momento per momento. E alla fine svanisce e non riappare più. Quando guardi il mondo, c’è un punto nel tempo in cui ciò che è visto diventa ciò che è ricordato? Come separare l’ist⋯
Cosa sa di me questo luogo
28% PercorsiRobert Macfarlane
Sappiamo raccontare benissimo che cosa facciamo noi ai luoghi, mentre siamo assai meno bravi a dire quello che i luoghi fanno a noi. Da un po’ di tempo ho l’impressione che per ogni paesaggio importante le due domande dovrebbero essere le seguenti: primo,⋯
Movimento senza centro o direzione
22% PercorsiUppaluri Krishnamurti
Quando si dice “stato naturale” non si sta parlando di una dimensione statica, bensì di qualcosa di intrinsecamente dinamico, un movimento perpetuo senza centro o direzione; né si deve intendere per “natura” la ricerca romantica e nostalgica di una condiz⋯
Il sapere è l’essere per la coscienza
22% FilosofiaMartin Heidegger
Che cosa ricerchiamo esaminando il sapere quanto alla sua verità? La verità è l’essere-in-sé. Il sapere è l’essere per la coscienza. Se ricerchiamo la verità del sapere cerchiamo che cosa sia il sapere in sé. Ma a causa di questa ricerca il sapere diventa⋯
Spirito spietato
22% Friedrich HölderlinPercorsi
“Cos’è l’uomo?” cominciavo a chiedermi; “com’è possibile esista al mondo qualcosa che fermenta come un caosSi tratta del Vuoto, dell'abisso spalancato anteriore alla creazione (Hes. Theog. 116 ss.). 1) Il nome è confrontabile con *χά- ος, "vuoto, cavo", con l'aggettivo χαῦ- νος e coi gruppi di χαίνω, χάσκω, "aprirsi" (Chantraine, DELG). 2) Lo spazio immenso, l'abisso vuoto che secondo..., o che imputridisce come un albero marcio, e non perviene mai a maturazione? Come può sopportare la natura quest’uva acerba accanto ai suoi grappol⋯