Riduciamo gli organici

Egon Schiele ⋯
L’avevo lasciato nel mese di giugno. Allora era venuto da me, aveva rollato una sigaretta di tabacco forte, e cupamente aveva detto. «Beh, ho finito l’università.» «Complimenti, dottore» dissi io, partecipe. Le prospettive del medico appena sfornato si delineavano nel modo seguente: nella sezione ⋯