La cifra

Sotto la gronda

Egon Schiele ⋯ Sotto la gronda
lo specchio non riflette
più che la luna. ⋯

Astensione

Egon Schiele ⋯ Da quel giorno
non ho toccato i pezzi
sulla scacchiera. ⋯

Dimenticando un sogno

 ⋯
Nell’alba dubitante ho avuto un sogno.
So che nel sogno c’erano più porte.
Il resto l’ho perduto. Il mio risveglio
ha lasciato svanire stamattina
quella favola intima che adesso
è più inafferrabile dell’ombra
di Tiresia o di Ur dei Caldei
o dei corollari di ⋯

Portale lunare

Egon Schiele ⋯ La luna nuova
Lei pure la guarda
da un’altra porta. ⋯

Aurore sul deserto

Egon Schiele ⋯ Sopra il deserto
avvengono le aurore.
Qualcuno lo sa. ⋯

Il proprio magnetismo

Egon Schiele ⋯ Oscuramente
libri, stampe, le chiavi
han la mia sorte. ⋯

Musica viva

Egon Schiele ⋯ Mute le corde.
La musica sapeva
quello che sento. ⋯

La tua mano

Egon Schiele ⋯ Questa è la mano
che talvolta toccava
la tua chioma. ⋯

Il corso della vita

Egon Schiele ⋯ L’uomo è spirato.
La barba non lo sa.
Crescono le unghie. ⋯

La vasta notte

Egon Schiele ⋯ La vasta notte
no è ora null’altro
che un profumo. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi