Nulla cambierà

⋯  ⋯
Oggi so che nulla cambierà, è impossibile, è troppo tardi. Non si può lottare contro un avversario onnipresente, virtuale e indolore. Contrariamente a Pierre De Coubertin, direi che oggi l’essenziale è non partecipare. Bisogna tagliare la corda come Gaugin, Rimbaud o Castaneda, ecco tutto. ⋯