Filosofia in-infinito movimento


La comprensione, che va distinta dal possesso di informazioni corrette e dalla conoscenza scientifica, è un processo complesso che non produce mai risultati inequivocabili: è un’attività senza fine, con cui, una situazione di mutamento e trasformazione costante, veniamo a patti e ci riconciliamo con
 ⋯

Il Salustiano

Mosca, novembre 1927. Il giornalista panamense Salustiano Salustianovich Paredes – così appare scritto sul suo passaporto – atterra nella allora Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) per presenziare gli atti per il decimo anniversario della rivoluzione.
Ma il giornalista non è il tale che ⋯

Ogni volta unica, la fine del mondo

Ogni volta unica, la fine del mondo è un’opera singolare di Derrida, si fa fatica a includerla nella sua produzione filosofica, perché a tratti assume i toni del diario intimo, dell’aneddoto biografico. Il testo ci invita a una lettura che sia piana, pacata e ⋯

Il Deserto

Vivere certo, è un po’ il contrario di esprimere. Secondo i grandi maestri toscani, è testimoniare tre volte, nel silenzio, nella fiamma e nell’immobilità. Ci vuole molto tempo per capire che i personaggi dei loro quadri, si incontrano ogni giorno nelle vie di Firenze ⋯

Olocausto commesso dagli spagnoli in America


Dèi Meso Americani Prima dell’arrivo dei conquistatori spagnoli nel 1492 c’erano circa 80 milioni di abitanti in America.
Si stima che nel sedicesimo secolo gli spagnoli e i portoghesi sono riusciti – senza camere a gas o bombe – ad eliminare tra i sessanta ⋯

Fides et Veritas

Fede — ossia credito immediato a ciò che si ritiene “vero” sulla base del credito previamente accordato a se stessi come capaci di “riconoscere” immediatamente il vero come tale — è abuso non solo linguistico. Se la “fede” ⋯

Individualismo, competività, egoismo


Intendo per individualismo la tendenza che, – considerando tutta la società e la massa degli individui come degli estranei, dei rivali, dei concorrenti come dei nemici naturali insomma, coi quali ognuno è costretto a vivere, ma che impediscono il cammino – spinge l’individuo a ⋯

Dall’autorganizzazione alla comunizzazione


Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la società secondo i propri interessi. È ⋯

Posture

A vent’anni dalla morte di Gilles Deleuze (4 novembre 1995), nottetempo rende omaggio al grande filosofo francese ripubblicando uno dei suoi ultimi saggi, “L’esausto“. Se il testo è dedicato fin dal titolo alle posture dei personaggi di Samuel Beckett, allude anche all’esperienza ⋯

La filosofia di Spinoza passando dal cuore di Borges

 ⋯ Baruch Spinoza ⋯
ln un romanzo di Conrad un navigante, che è il narratore, vede dalla prua della sua nave qualcosa. Un’ombra, un chiarore ai confini dell’orizzonte. E si dice che quel chiarore, quell’ombra, è la costa d’Africa. E che più in là ci sono febbri, imperi, ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi