E piangeranno i buoni ed i cattivi

  ⋯ Strade deserte
brulicanti
di chiromanti disoccupati
che analizzano il passato
sono indifferenti al presente
e profetizzano il futuro. Mentre scocca il medesimo tempo
in tane velate alla luce
ladri rubano ai ladri
mentre nei palazzi dorati
ladri laccati e lucenti
scrivono codici imposti agli ⋯

Il nulla creatore

Mario Cresci  ⋯ Ciltli Dal nulla emerge la creazione dionisiaca,
l’eterna volontà di generare,
la fecondità che mai cessa,
l’eterno ritorno.
Si tratta di un gioco,
dove come posta
c’è la propria vita.
A vincere è chi
non ha paura di morire
con le armi in pugno. ⋯

105 refrain


L’essenza è come l’assenza di realtà
Proprio come l’assenza di non-realtà
E’ sempre la stessa cosa. L’essenza è ciò che è la luce del sole
Proprio come la luce della luna,
Entrambe hanno luce,hanno forma,
Entrambe hanno oscurità e vengono dopo: Entrambe vengon dopo ⋯

Quei domani attesi

Domani, tutto sarebbe stato ancor meglio!
Ma i giorni passavano,
la vita passava, e il meglio non arrivava.
Quei domani continuamente attesi,
e che continuamente, chissà perché, deludevano. ⋯

Incredibilmente immaginaria

Io invece sono immaginaria,
incredibilmente immaginaria,
immaginaria fino al midollo. ⋯

A Silvia

Silvia, rimembri ancora
quel tempo della tua vita mortale,
quando beltà splendea
negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi,
e tu, lieta e pensosa, il limitare
di gioventù salivi?
Sonavan le quiete
stanze, e le vie dintorno,
al tuo perpetuo canto,
allor che all’opre femminili ⋯

La nuova rosa

Tina Modotti, sorella,
non dormi, no, non dormi.
Forse il tuo cuore sente crescere la rosa
di ieri, l’ultima rosa di ieri, la nuova rosa.
Riposa dolcemente, sorella. Puro è il tuo dolce nome, pura è la tua fragile vita.
Di ape, ombra, fuoco, ⋯

L’amore include tutto

L’amore? Non so.
Se include tutto,
anche le contraddizioni
e i superamenti di sé stessi,
le aberrazioni e
l’indicibile,
allora sì, vada per l’amore.
Altrimenti, no. ⋯

Festa notturna

Questa festa collega gli stagni
al folgorante carreggio degli astri
con le sue cornucopie in cui
rotolano i nostri pensieri brillanti. In qualche posto fra terra e cielo
essa vuota queste immondizie d’anime
che qualcuno nella notte in fiamme
scambia per cigni volanti. E ⋯

Pupazzi ad asciugare al sole

I matti sono punti di domanda senza frase
Migliaia di astronavi che non tornano alla base
Sono dei pupazzi stesi ad asciugare al sole
I matti sono apostoli di un Dio che non li vuole
Mi fabbrico la neve col polistirolo
La mia patologia ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi