Il dono della creatività

Egon Schiele ⋯ The blind art Chi possiede il dono della creatività, possiede qualcosa di cui non sempre è padrone, qualcosa che qualche volta, stranamente, decide e lavora per se stesso. ⋯

Specchio terso

Egon Schiele ⋯ Lo specchio è chiaro
e terso
tra i fiori di neve. ⋯

Confondere le voci

Egon Schiele ⋯ Agonia Il potere si assuefà alla propria voce. Quando l’assuefazione è completa, la scambia per la voce di Dio. ⋯

Vento d’autunno

Egon Schiele ⋯ Vento d’autunno
allo sguardo
tutto è haiku ⋯

Due strade

Egon Schiele ⋯ Sich liebende Frauen Due strade trovai nel bosco e io, io scelsi quella meno battuta. Ed è per questo che sono diverso. ⋯

Fervido ardore

Egon Schiele ⋯ Abbraccio La vita è una donna sdraiata, con seni accostati e rigonfi, con una gran pancia liscia e molle fra i fianchi sporgenti, con braccia sottili, cosce piene e occhi socchiusi, che nella sua provocazione splendida e beffarda esige il nostro più fervido ardore. ⋯

Gioco della nuvola

Egon Schiele ⋯ Eternamente libero
e sensibile,
il gioco della nuvola. ⋯

Discrepanza legale

Egon Schiele ⋯ Ursus Wehrli Siamo tutti uguali davanti alla legge, ma non davanti agli incaricati di applicarla. ⋯

È questione di sensibilità

Egon Schiele ⋯ Donna con turbante verde È questione di sensibilità: alcuni la posseggono di natura; altri non l’avranno mai, e passeranno impassibili, in quelle notti fortunate, lungo le tenebrose foreste, senza neppur sospettare ciò che là dentro succede. ⋯

Pioggia di primavera

Egon Schiele ⋯ Trombone jazz,
Tende che si muovono,
Pioggia di primavera. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi