Egon Schiele ⋯

Togli il sangue dalle vene e versaci dell’acqua al suo posto: allora sì che non ci saranno più guerre.


Crediti
 • Lev Nikolàevič Tolstòj •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Fuori c’è il mondo
39% Herberto HelderPoesieSchiele Art
Cresce incerto un poema nella confusione della carne. Emerge ancora senza parole, nel gusto feroce, forse come sangue o ancora ombra di sangue, lungo le vene dell’essere. Fuori c’è il mondo. Fuori, la splendida violenza o gli acini d’uva da cui nascono le⋯
Sangue vermiglio
38% Ada NegriPoesieSchiele Art
Ad ogni alba che spunta io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi dico: − È oggi − ad ogni giorno che tramonta io dico: − Sarà domani. − Scorre intanto il fiume del mio sangue vermiglio alla sua foce: e forse il dono che puoi darmi, il solo che valga, o vita, è questo sangue: questo fluir segr⋯
Il vile dolore
35% Schiele ArtStefan Zweig
Sono passati ventiquattro anni da allora, eppure, quando penso a quel momento in cui, sferzata dalla sua ironia, stavo lì davanti a mille estranei, il sangue mi si gela nelle vene. E sento di nuovo con spavento che debole entità, miserabile e tormentata d⋯
Mio sangue danza
30% AforismiRabindranath Tagore
La vita che fluisce nelle mie vene giorno e notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi danza nel mirabile ritmo dei cieli, corre attraverso la terra diffondendo gioia a foglie e fiori. Anno dopo anno vita e morte si alternano nel passo col flusso e riflusso degli oceani. La vita immortale pu⋯
Possesso
30% Juán Sánchez PeláezLibriPoesie
Gli iceberg ingoiano i gabbiani delle mie carezze. Il mondo duole ingiusto e solenne nelle mie radici. Accetto le tue mani, la tua felicità, il mio delirio. Se torni, se sogniSono i figli di Sonno, essi sono: Morfèo, Fobètore e Fantàso.... Leggi, la tua immagine nella notte saprà riconoscermi. Ti avvio verso il fondo campan⋯