Egon Schiele ⋯ Portrait of Heinrich Rieger

Guardava dinnanzi a sé i parchi, i campi, i boschi, le montagne, le misteriose montagne. Vendetta, che inutile cosa.


Crediti
 • Dino Buzzati •
 • SchieleArt •  Portrait of Heinrich Rieger • 1917 •

Similari
Presentimento d’amore
35% Dino BuzzatiSchiele Art
Tutto ciò che ci affascina nel mondo inanimato, i boschi, le pianure, i fiumi, le montagne, i mari, le valli, le steppe, di più, di più, le città, i palazzi, le pietre, di più, il cielo, i tramonti, le tempeste, di più, la neve, di più, la notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, le stell⋯
La non vendetta
34% AforismiJohann Wolfgang GoetheSchiele Art
La vendetta più crudele è il disprezzo di ogni vendetta possibile. • Johann Wolfgang von Goethe • • • • • Egon Schiele • •
Errare in una grande città
27% Georges PerecSchiele Art
Non hai imparato niente, tranne che la solitudine non insegna niente, che l’indifferenza non insegna niente: era un’impostura, una fascinosa e ingannevole illusione. Eri solo, tutto qui, e volevi proteggerti; volevi tagliare per sempre i rapporti tra te e⋯
Tutto inutile
26% Ishiguro KazuoSchiele Art
Avete costruito le vostre vite su quello che vi abbiamo dato. Non sareste quello che siete oggi se non vi avessimo protetto. Non vi sareste immersi nelle lezioni, non vi sareste persi nell’arte e nella scrittura. Cosa avreste fatto, se aveste saputo cosa ⋯
Al cominciar dell’erta
25% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Ed ecco, quasi al cominciar dell’erta una lonza leggiera e presta molto, che di pel maculato era coverta; e non mi si partìa dinnanzi al volto, anzi impediva tanto il mio cammino, ch’i fui per ritornar più volte volto.