Archivi mensili:Maggio 2019

Cerco un’ora di furibonda anarchia

Egon Schiele ⋯
Oggi cerco un’ora di furibonda anarchia e, per quell’ora darei tutti i miei sogni, tutti i miei amori, tutta la mia vita. ⋯

Il tempo non è una corda

⋯ Rodney Smith ⋯ Il tempo non è una corda che si può misurare a nodi, il tempo è una superficie obliqua e oscillante che solo la memoria riesce a far muovere e avvicinare. ⋯

Il mio potere è la mia proprietà

Egon Schiele ⋯ Laying (Falling) Woman with Long Hair
Io rifiuto un potere conferitomi sotto la speciosa forma di ”diritti dell'uomo”. Il mio potere è la mia proprietà, il mio potere mi dà la proprietà. Io stesso sono il mio potere… e per esso sono la mia proprietà. ⋯

Dialogo

⋯ Rodney Smith ⋯ A. Sono guarito? Ero malato?
E il mio medico, chi è stato?
Oh, come tutto ciò ho dimenticato!
B. Adesso sol ti credo risanato:
Ché sano è sol chi ha dimenticato. ⋯

Dominio dei comportamenti

Egon Schiele ⋯
L’amore è l’emozione che costituisce il dominio dei comportamenti in cui l’operazionalità dell’accettazione dell’altro è data come un altro legittimo in coesistenza. ⋯

Tutto ricomincia da capo

⋯ Ben Zank ⋯ Un albero che cade dalla parte sbagliata, un leopardo affamato, una malattia, un piccolo mamba verde tra le foglie della tua capanna. E tutto ricomincia da capo. Alla fine restituisci sempre quello che hai preso. Sei riciclato come tutte le cose… ⋯

Macchina di despotismo

Egon Schiele ⋯ Lying I
Gli uomini costruiscono così una terribile macchina di despotismo, la cedono a chi vuol prenderla, (e questo sarà sempre, secondo tutte le probabilità un essere moralmente decaduto), s’inchinano servilmente al padrone che si son dati, e si meravigliano in seguito che le cose vadan ⋯

La sedia del soggettivismo

⋯  ⋯
Mi alzo dalla sedia con uno sforzo mostruoso,
ma ho l’impressione di portarmela dietro,
ho l’impressione che è più pesante,
perché è la sedia del soggettivismo. ⋯

Proprio niente rimane

Egon Schiele ⋯ Disegno di puro contorno
Niente? Proprio niente rimane. Di mia mamma non esiste più nulla? Chissà. Di quando in quando, specialmente nel pomeriggio, se mi trovo solo, provo una sensazione strana. Come se qualcosa entrasse in me che pochi istanti prima non c’era, come se mi abitasse un’esistenza ⋯

La fotografia è verità

⋯  ⋯ La fotografia è verità. Il cinema è verità ventiquattro volte al secondo. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi