Archivi mensili:Marzo 2021

Sopportare l’ombra

Egon Schiele ⋯ Non avessi mai visto il sole avrei sopportato l’ombra, a la luce ha aggiunto al mio deserto una desolazione inaudita. ⋯

Le idee altrui

 ⋯
Ho imparato a rispettare le idee altrui, ad arrestarmi davanti al segreto di ogni coscienza, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare. E poiché sono in vena di confessioni, ne faccio ancora una, detesto i fanatici con tutta l’anima. I ⋯

La solitudine

Egon Schiele ⋯
L’unico status mentale, spirituale e talvolta necessariamente fisico, in cui si riesce ad ottenere un contatto con l’assoluto, dentro di sé o fuori di sé stessi. Intendo la solitudine come scelta, non l’isolamento che è sinonimo di abbandono e quindi di una scelta operata ⋯

Domanda che contiene la risposta

 ⋯ Mancanza che non muove sul filo del desiderio, domanda che contiene già la sua risposta, dove ciò che si desidera non muovendo, altro non è che una presenza già contenuta nella stessa mancanza, perché se così non fosse, non potrebbe mancare chi manca. Ciò ⋯

Ricordare il niente

 ⋯ Restare passato non significa essere passato, ma passato dell’essere, essere stato e non essere stato: dove il passato sia l’essenza, l’essenza è passata senza essere mai, e conservare nel ricordo ciò che è stato è conservare il suo non essere; dove sembra che qualcosa ⋯

Se ce ne fosse uno

Egon Schiele ⋯ Non può esserci un Dio perché, se ce ne fosse uno, non crederei che non sia io. ⋯

Non ne posso più della gente cattiva

 ⋯
Non ne posso più del dolore che sento e vedo, capo. Non ne posso più di vivere in strada, solo come un pettirosso sotto la pioggia. Mai un amico da andarci assieme, un amico che mi dice da dove veniamo e dove stiamo ⋯

Essere capiti

Egon Schiele ⋯ Forse non si desidera tanto essere amati quanto essere capiti. ⋯

La morte allo specchio

Herbert List ⋯
Lacan nel Seminario X dice che l’amore è sempre amore per il nome. Amare il nome, non è amare un nome perché quel nome ci piace, ma quel nome che è lo stesso essere, non che da questo è portato o si fa portare, ⋯

Perché un’altra vita esista

Egon Schiele ⋯
Quando l’inizio di una vita è stato dominato dal senso della morte, il passare del tempo finisce per somigliare a una regressione verso la nascita, a una riconquista delle tappe dell’esistenza. Morire, vivere, soffrire e nascere sarebbero i momenti di questa evoluzione al rovescio. ⋯

Paura trepidante

Roberto Ferri ⋯ Se ci fosse un uomo che osasse dire tutto quello che ha pensato di questo mondo, non gli resterebbe un piede quadrato di terreno su cui stare in piedi. Quando un uomo si fa avanti, il mondo gli crolla addosso e gli rompe la ⋯

Mistero, Incontro

Egon Schiele ⋯
La via della vita si snoda sinuosa come un serpente da destra a sinistra e da sinistra a destra, dal pensare al piacere, e dal piacere al pensare. Il serpente è, da un lato, un avversario e il simbolo dell’inimicizia, ma dall’altro un saggio ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi