A cosa siamo esposti?
A cosa siamo esposti? Tutto ci dice che si tratta della morte. È questo che ci viene mostrato, che ci dipinge: ecco, siete sulla soglia della morte. Lo slancio della scena non la dispone a un movimento ascendente, ma a una pesante caduta, un doppio lembo di panneggio che ricade in punte severe, doppia freccia, becco o indice puntato sui piedi nudi della morta, la cui veste, a sua volta, stoffa della stessa tinta, ricade verso il suolo, sotto la lettiga, il misero letto. Cade anche la luce. In questa stanza, la fonte luminosa è esclusa dalla vista, mentre la sua direzione, o la sua faticosa traiettoria nella penombra, fornisce tutto lo schema o tutto il ritmo di ciò che accade: che passa, che si perde nell’ombra o direttamente per terra, ai nostri piedi, e ciò che è rischiarato è l’oscurità stessa, ciò che è presentato è l’eclissarsi, lo slanciarsi, il sottrarsi. Questa pittura dipinge la soglia dell’esistenza. In queste condizioni, dipingere non significa rappresentare, ma semplicemente mettere in luce il piano, la consistenza e il colore della soglia.

Crediti
 • Jean-Luc Nancy •
 • Pinterest • Caravaggio  •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
61% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ L’inconsolabile
42% Cesare PaveseFrammentiTeatro
ORFEO: È andata così. Salivamo il sentiero tra il bosco delle ombre. Erano già lontani Cocito, lo Stige, la barca, i lamenti. S’intravvedeva sulle foglie il barlume del cielo. Mi sentivo alle spalle il frusciò del suo passo. Ma io ero ancora laggiù e avev⋯
⋯  ⋯Tirannia, Democrazia e Anarchia
40% FrammentiMaksim Gorkij
La Terra è il teatro di una lotta tra il Nero e il Rosso. La forza del Nero è la sua sete insaziabile di regnare sugli uomini. Crudele, avido e cattivo egli ha disteso sul mondo le sue ali pesanti e avviluppato tutto il globo nell’ombra gelida del suo ter⋯
wall-art jazz-trioImprovvisazione sull’improvvisazione
36% ArticoliJean-Luc Nancy
Che rapporto sussiste tra la struttura dell’improvvisazione e la struttura della riflessione filosofica? Si può improvvisare quando si fa filosofia? Il testo di Jean-Luc Nancy, inedito, è una sua improvised lecture on improvisation tenuta nel 2014 presso ⋯
⋯  ⋯La scia dell’umano…
34% Filippo de PisisFrammenti
Una serie di punti apparenti, che sempre si convertono in dei punti a capo.  • Anna Maria Tocchetto Non l’atto è prima della potenza, non l’essere è prima del possibile, ma questo – il possibile, il possibile non la potenza – è prima del m⋯
Octavian FlorescuIntimità aperta
31% FrammentiMaria Lo Conti
Kafka individuava il momento esatto in cui la scrittura ha potuto trasformarsi per lui in letteratura: il momento in cui ha potuto sostituire Io con Egli. Quando lo scrittore priva l’opera dell’ingombro della propria persona, quando ha la forza di imporre⋯