⋯ Platone e Aristotele che discutono ⋯
Ma perché quello che stiamo dicendo possa venir inteso e possa soddisfare anche i più lenti a capire, o perché anche coloro che sono pertinaci e si oppongono alla verità più evidente siano costretti ad ammettere quello che è vero […] La voce che è contraria a quella acuta diciamo che è grave, la voce che è contraria a quella aspra diciamo che è armoniosa. Ma, se togli completamente ogni forma di voce, dove non c’è nessuna voce c’è silenzio. E questo silenzio, per il motivo che non implica alcuna voce, di solito viene opposto alla voce come contrario.
E, così, cose chiare e cose scure vengono considerate come contrarie: infatti, anche le cose oscure hanno una qualche luce, e, se mancano completamente di luce, allora ci sono le tenebre per assenza della luce, così come c’è silenzio per assenza di voce.

Anche queste privazioni delle cose risultano essere così ordinate nella totalità […] Infatti, Dio, […] rende le tenebre decorose tanto quanto i giorni.
[…] Ma se, col diminuire, il bene si disperdesse fino ad annullarsi, non rimarrebbe, in tal modo, nessuna natura; […] ma neppure qualsiasi tipo di natura quale chiunque possa immaginare.

Crediti
 • San Agostino •
 • Teoria concernente la natura del bene e del male e chiarificazioni sui fondamenti •
 • Pinterest •  Platone e Aristotele che discutono • dettaglio da un bassorilievo di Luca della Robbia del XV secolo a Firenze •

Similari
Il caso Nietzsche
849% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
427% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il mercantile
318% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯
Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
295% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯
La sfera delle stelle fisse
285% AstrofisicaMargherita Hack
Cos’è l’universo? Beh, l’universo è tutto quello che possiamo osservare.Certo che l’universo degli antichi era molto, ma molto più piccolo, molto più casereccio del nostro: c’era la Terra al centro, la Luna, il Sole, i pianeti fissi su delle sfere cristal⋯