Gustave Doré ⋯
Ahi quanto son diverse quelle foci
da l’infernali! ché quivi per canti
s’entra, e là giù per lamenti feroci.

Crediti
 • Dante Alighieri •
  • XII, 112-114 •
 • Pinterest • Gustave Doré  • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
Gustave Doré ⋯ L’aiuola che ci fa tanto feroci
70% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
L’aiuola che ci fa tanto feroci, volgendom’ io con li etterni Gemelli, tutta m’apparve dà colli a le foci; poscia rivolsi li occhi a li occhi belli.
Marc ChagallTrepidanti statue
59% PoesieWilliam Blake
Piuttosto soffocare un bambino nella culla che cullarlo d’insoddisfatti desideri. Trepidanti statue di sangue vestite, di abiti, e legate per un istante nelle prime luci di Trafalgar Square, a bassa voce scambiano promesse domande, lamenti e grida beffard⋯
Gustave Doré ⋯ Mostrava come i figli si gittaro
51% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Mostrava come i figli si gittaro sovra Sennacherìb dentro dal tempio, e come, morto lui, quivi il lasciaro
Egon Schiele ⋯ La resurrezione
48% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
La poesia entra nel sogno come un palombaro in un lago. La poesia, coraggiosa come nessun altro, entra e cade a piombo in un lago immenso come Loch Ness o torbido e nefasto come il lago Balaton. Contemplatela dal fondo: un palombaro innocente avvolto nell⋯
 ⋯ Ragione di vita
30% Bernardo SoaresPoesie
Le chiamano “carnali”… Quelle persone, che emotivamente ti danno tutto: Anima, cuore, cervello. Quelle che una volta entrate nella nostra vita, ci sconvolgono il tutto, quelle che le senti oltre la pelle… fin dentro nelle ossa, quelle che della passionali⋯
 ⋯ I poveri si erano venduti
30% Ascanio CelestiniPoesie
I poveri erano così tanto poveri che presero la loro fame e la misero in bottiglia e se la andarono a vendere. Se la comprarono i ricchi, i ricchi che nella vita avevano mangiato di tutto, dal caviale ripieno all’ossobuco di culo di cane allo spiedo. Però⋯