Gustave Doré ⋯ Il buon samaritano
Ed ecco, quasi al cominciar dell’erta
una lonza [lince o leopardo] leggiera e presta molto,
che di pel maculato era coverta;
e non mi si partìa dinnanzi al volto,
anzi impediva tanto il mio cammino,
ch’i fui per ritornar più volte volto.

Crediti
 • Dante Alighieri •
  • I, 31-36 •
 • Pinterest • Gustave Doré Il buon samaritano • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
Gustave Doré ⋯ Paolo a EfesoE qual è quei che disvuol ciò che volle
57% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
E qual è quei che disvuol ciò che volle e per novi pensier cangia proposta, sì che dal cominciar tutto si tolle, tal mi fec’ïo ‘n quella oscura costa, perché, pensando, consumai la ‘mpresa che fu nel cominciar cotanto tosta.
Egon Schiele ⋯ DamaTutto passa e tutto resta…
38% Antonio MachadoPoesieSchiele Art
Tutto passa e tutto resta, ma il nostro destino è di passare, passare facendo cammini, cammini sul mare. Viaggiatore sono le tue impronte il cammino; nient’altro; viaggiatore, non esiste cammino, il cammino si fa camminando. Camminando si fa il cammino e ⋯
Gustave Doré ⋯ Gesù guarisce i malatiCome ‘l ramarro sotto la gran fersa
26% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Come ‘l ramarro sotto la gran fersa dei dì canicular, cangiando sepe, folgore par se la via attraversa, sì pareva, venendo verso l’epe de li altri due, un serpentello acceso, livido e nero come gran di pepe; e quella parte onde prima è preso nostro alimen⋯
 ⋯ Abbandonare le muraglie
26% Mario BenedettiPoesie
Non ti arrendere, ancora sei in tempo per arrivare e cominciar di nuovo, accettare le tue ombre seppellire le tue paure liberare il buonsenso, riprendere il volo. Non ti arrendere perché la vita e così Continuare il viaggio Perseguire i sogni Sciogliere i⋯
⋯ Berit Hildre ⋯L’altro
26% Octavio PazPoesie
S’inventò un volto. Dietro di esso, molte volte visse, morì e risuscitò. Oggi il suo volto ha le rughe di quel volto. Le sue rughe non hanno volto.
Egon Schiele ⋯ Gialle cittàLa rosa del mondo
23% PoesieSchiele ArtWilliam Butler Yeats
Chi sognò che bellezza trascorre come un sogno? Per queste labbra rosse, con tutta la loro fierezza dolente, Dolente che nessun nuovo prodigio possa accadere, Troia passò in alto funereo splendore, E i figli d’Usna perirono. Noi e il mondo travaglioso tra⋯