All’origine del mito della modernità
È venuto il tempo in cui i grandi problemi umani, come la fame, la pace, la libertà, vanno affrontati non con disquisizioni accademiche, ma a livello di una nuova coscienza che non può non generare una nuova concezione economica e politica e quindi una nuova società.
È urgente un diverso modo di essere e di pensare per scongiurare non solo un futuro buio, ma anche un presente, già invivibile, sia per i paesi del centro che della periferia del mondo, e per questo occorrono nuove idee politiche ed economiche… lo esige la società di oggi e di domani.
Le regole classiche del mercato come della democrazia, se viste con occhio proiettato nel futuro, vanno ripensate con una “nuova fantasia intellettuale” perché è crollato un sistema politico ed economico (che del resto ha avuto origine dalla logica e dalle contraddizioni del capitalismo), producendo un senso di vittoria e generando grandi speranze, ma si è affermato maggiormente quel sistema politico ed economico che è responsabile del dramma del Terzo Mondo… non possiamo, quindi, andare alla ricerca di soluzioni dei problemi della società di oggi con le concezioni economiche e politiche di ieri, per non rischiare di giungere domani ad altre più profonde delusioni in situazioni peggiori.
Potrebbe voler dire cadere nel sonno del passato… già Goya affermava che il “sonno della ragione genera mostri“.

Crediti
 • Enrique Dussel •
 • L'occultamento dell'altro •
  • All'origine del mito della modernità •
 • Pinterest •  Copertina •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
799% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ Impero, vent’anni
591% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯

Renato Guttuso ⋯ LL’anno della rivoluzione
529% Maurice Rapport
Sotto un livido cielo di gennaio, un convoglio di slitte trainate da cavalli avanzava lasciando le sue scie in una pianura imbiancata di neve. La processione si fermò a una sbarra, e i passaporti dei passeggeri vennero esaminati da un sergente; un vecchio⋯

Pacha MamaXVIII/XX Tesi di politica
497% Enrique DusselPolitica
Il postulato politico nella sfera ecologica – campo delle relazioni dell’essere vivente umano con il suo mezzo fisico-naturale terrestre – si potrebbe enunciare così: Dobbiamo agire in modo tale che le nostre azioni e istituzioni permettano per sempre, pe⋯

⋯  ⋯Capitalismo o Economia Pianificata
495% Herbert George WellsPolitica
Herbert George Wells: Le sono molto grato per aver accettato di incontrarmi. Recentemente sono stato negli Stati Uniti. Ho avuto una lunga conversazione con il presidente Roosevelt e ho cercato di chiarire quali sono le sue idee principali. Ora sono venut⋯

Tullio Pericoli ⋯ Ritratto incompiuto ⋯ 1985VII/XX Tesi di politica
373% Enrique DusselPolitica
 Se il privato e il pubblico sono gradi di intersoggettività, il sociale, il civile e il politico sono gradi di istituzionalità di azioni o sistemi del campo politico. La politica ha a che vedere essenzialmente con il sociale – benché erroneamente H. Aren⋯