⋯
«Amico mio, amare gli uomini così, come essi sono, è impossibile. E tuttavia bisogna. Perciò fai loro del bene reprimendo i tuoi impulsi, turandoti il naso e chiudendo gli occhi (quest’ultima cosa è indispensabile). Sopporta il male che ti fanno possibilmente senza adirarti contro di loro, “ricordando che anche tu sei un uomo“. Naturalmente, sei tenuto a essere severo con loro, se ti è toccato in sorte di essere appena appena più intelligente della media. Gli uomini sono per loro natura bassi e amano amare per paura; non lasciarti conquistare da un simile amore e non cessare di disprezzarli. Non ricordo in quale passo del Corano, Allah prescrive al profeta di considerare i “reprobi” come topi, di far loro del bene e di passare loro accanto: è un precetto un po’ orgoglioso, ma giusto. Sappi disprezzarli anche quando sono buoni, poiché, il più delle volte, anche in questo caso sono malvagi. Oh, mio caro, è pensando a me stesso che ho detto questo! Chi appena appena non è stupido non può vivere senza disprezzare se stesso, non importa se è onesto oppure no. Amare il proprio prossimo e non disprezzarlo è impossibile. A mio giudizio l’uomo è stato creato fisicamente incapace di amare il proprio prossimo. Qui, fin dall’inizio, c’è una sorta di errore nei termini e con l’espressione “amore per l’umanità” bisogna intendere l’amore per quell’umanità che tu stesso ti sei creato dentro all’anima (in altre parole, hai creato te stesso e l’amore verso te stesso) e che, perciò, non esisterà mai nella realtà».

«Non esisterà mai?».

«Amico mio, sono d’accordo che ciò sarebbe alquanto stupido, ma la colpa non è mia; e dato che al momento della creazione non mi hanno consultato, io mi riservo il diritto di avere la mia opinione al riguardo».

Crediti
 • Fëdor Dostoevskij •
 • L'adolescente •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
126% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Le qualità definite dell’uomo
39% FrammentiLev Nikolàevič Tolstòj
Una delle superstizioni più frequenti e diffuse è che ogni uomo abbia solo certe qualità definite, che ci sia l’uomo buono, cattivo, intelligente, stupido, energico, apatico, eccetera. Ma gli uomini non sono così. Possiamo dire di un uomo che è più spesso⋯
⋯  ⋯Tirannia, Democrazia e Anarchia
37% FrammentiMaksim Gorkij
La Terra è il teatro di una lotta tra il Nero e il Rosso. La forza del Nero è la sua sete insaziabile di regnare sugli uomini. Crudele, avido e cattivo egli ha disteso sul mondo le sue ali pesanti e avviluppato tutto il globo nell’ombra gelida del suo ter⋯
⋯  ⋯Pensavo nella bergère
36% FrammentiThomas Bernhard
Sono stato io a voltare le spalle a costoro, non loro a me, pensavo. Noi ci leghiamo a queste persone a filo doppio, poi, tutt’a un tratto le detestiamo e le lasciamo andare. Per anni corriamo loro appresso e mendichiamo la loro simpatia, pensavo, e a un ⋯
KEileena ⋯ Le petit princeCi vogliono i riti
35% Antoine de Saint-ExuperyFrammenti
In quel momento apparve la volpe. — “Buon giorno”, disse la volpe. — “Buon giorno”, rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno. — “Sono qui”, disse la voce, “sotto al melo…” — “Chi sei?” domandò il piccolo principe, “sei mo⋯
Pudore che non si lascia afferrare
33% FrammentiJean-Luc Nancy
Bisogna superare le totalità, le salvezze, i fini-della-storia e le verità-ultime, tutti gli «incantesimi» così come tutte le «soluzioni finali». Bisogna imparare che questi incantesimi sono dietro di noi, perché non sono più nostri, non incantano più null⋯