Henri Cartier-Bresson ⋯ Siena

E in questo mondo, in questo palco popolato da esseri tormentati e agonizzanti, che continuano a esistere solo divorandosi l’un l’altro, nel quale, quindi, ogni bestia vorace è la tomba vivente di migliaia di altre, e il suo stesso mantenimento è una catena di morti dolorose; e nel quale la capacità di provare dolore aumenta di pari passo con la conoscenza, e perciò raggiunge il suo apice con l’uomo, un grado che si innalza più l’uomo stesso è intelligente; in questo mondo, si ritiene che si debba applicare il sistema dell’ottimismo, e ci viene dimostrato che questo è il migliore dei mondi possibili. L’assurdità è palese.

Crediti
 • Arthur Schopenhauer •
 • Il mondo come volontà e rappresentazione •
 • Pinterest • Henri Cartier-Bresson Siena • 1953 •

Similari
Il caso Nietzsche
512% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
225% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Il Codice di Hammurabi
211% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯
La scrittura delle donne
203% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
188% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯