SP

Incirca SP

Questo autore non ha ancora compilato tutti i dettagli.
Finora SP ha creato 6254 post nel blog.

Elogio di Pertini all’URSS

Sandro PErtini Se ogni mio compagno potesse andare nell’URSS, come finalmente vi sono andato io, ritornerebbe tutto preso dalla certezza del trionfo della nostra idea e lascerebbe dietro di sé le perplessità, le delusioni, i dubbi che nel suo animo possono essere stati accumulati dalla nostra ⋯

L’epidemia della sovrapproduzione

 ⋯
Nelle crisi commerciali viene regolarmente distrutta non solo una parte dei prodotti ottenuti, ma addirittura gran parte delle forze produttive già create. Nelle crisi scoppia una epidemia sociale che in tutte le epoche precedenti sarebbe apparsa un assurdo: l’epidemia della sovrapproduzione. La società si ⋯

Non prendere mai alla leggera l’amore

Egon Schiele ⋯ La verità è che la maggior parte della gente non ha mai avuto la fortuna di amar qualcuno. Tu non l’avevi mai avuta sinora, questa fortuna, e ora l’hai. Quello che tu e Maria avete, che duri solo oggi e una parte di domani, ⋯

Il sapere della pssicoanalisi

Egon Schiele ⋯
Chi ha dato agli psicoanalisti il loro sapere? Ad esempio, Lacan, quello che egli chiama il discorso psicoanalitico e l’esperienza analitica gli insegna quello che sa. E ognuno insegna ciò che l’altro gli ha insegnato. Neghiamo (e da chi se non?) che Lacan ⋯

La luce che muore non fa confidenze

Egon Schiele ⋯
«Guardo la mia luce che muore» dice un personaggio di Beckett. È l’unica risposta giusta e sensata che possiamo dare, in vecchiaia, agli insolenti che ci assillano con i loro petulanti, intollerabili: «che cosa stai facendo», «a cosa stai  ⋯

Consumiamo senza pensare

 ⋯
Così consumiamo ogni giorno senza pensare, senza accorgerci che il consumo sta consumando noi e la sostanza del nostro desiderio. È una guerra silenziosa e la stiamo perdendo. ⋯

Si chiama amore

Egon Schiele ⋯
Si chiama amore ogni superiorità, ogni capacità di comprensione, ogni capacità di sorridere nel dolore.
Amore per noi stessi e per il nostro destino, affettuosa adesione a ciò che l’Imperscrutabile vuole fare di noi anche quando non siamo ancora in grado di vederlo e ⋯

Gli specchi sono abominevoli

Egon Schiele ⋯
Scoprimmo (a notte alta questa scoperta è inevitabile) che gli specchi hanno qualcosa di mostruoso. Bioy Casares ricordò allora che uno degli eresiarchi di Uqbar aveva giudicato che gli specchi, e la copula, sono abominevoli, poiché moltiplicano il numero degli uomini. ⋯

Chiamami quando ti va

 ⋯
Chiamami quando ti va, quando ne hai voglia, ma non come chi si sente obbligato a farlo, questo non sarebbe bene né per te né per me.
volte mi metto a immaginare quanto sarebbe meraviglioso se mi telefonassi solo perché sì, semplicemente come ⋯

Sulla legge italiana dei trapianti d’organo

Egon Schiele ⋯
Il rischio è che funzioni più il silenzio che l’assenso. E quindi, c’è il serio rischio che ci sia l’espianto senza il consenso, senza una qualche forma di consenso, il quale è assolutamente necessario. Del resto io vedo male i trapianti in generale. Li ⋯

Il Dio del filosofo

Egon Schiele ⋯ Il suo Dio è il Dio del filosofo, la natura di Spinoza, da lui stesso definita: Deus in rebus. La distinzione dei due lumi, della natura umana e della grazia superinfusa, della ragione e della fede, della filosofia e della teologia era antica; e ⋯

Vedere con gli occhi di un altro

Egon Schiele ⋯
Il linguaggio, questa invenzione squisitamente umana, può consentire quello che, in linea di principio, non dovrebbe essere possibile. Può permettere a tutti noi – perfino a chi è cieco dalla nascita – di vedere con gli occhi di un altro. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi