Lo scrittore apre al corpo la lingua

 ⋯
Non scegliere alcune genere artistico, «né prosa o verso/ poesia o racconto» significa, rimanere fedele al pibe Rimbaud della pampa, che per quanto invecchiato e perfino obsoleto nella devastata Buenos Aires degli anni Settanta, tra depressione economica, violenze, colpi di stato, torture ⋯

La storia è inutile

 ⋯
Quando la divinità si manifesta in un tempo e in una figura determinata, il tempo — e anche lo spazio — è già in sé tolto, e non si può quindi aspettar altro che la effettiva fine del mondo. Non è più possibile pensare ⋯

Il monotono rumore della vita

 ⋯  ⋯

Fuga senza fine

 ⋯
Più li guardavo e meno quei ritratti mi rimandavano a qualcuno. A nessuno. Mi ci è voluto senza dubbio un bel po’ di tempo per precisare questa idea, inebriante e sconfortante: i ritratti dipinti da Rembrandt (dopo i cinquant’anni) non rimandano a ⋯

Simbolo di ermafroditismo

Giorgio de Chirico ⋯ «La tua sessualità è ambigua, si legge nei tuoi quadri», a volte mi è stato detto. Credo che alludessero alle opere in cui il mio viso ha tratti mascolini, o ad alcuni particolari: in un tale quadro, to’, c’è una lumaca, simbolo ⋯

Non si giunge mai a un effetto

Renato Guttuso ⋯ Sicuro, si pensa, si scrive, si stampa, si parla, si insegna filosoficamente – fino a tal punto è permesso quasi tutto; solo nell’agire, nella cosiddetta vita è diverso: qui è permessa sempre una cosa e ogni altra è semplicemente impossibile. Così vuole la cultura ⋯

Società fondata e governata da uomini saggi

Egon Schiele ⋯
Sarà più sicura e salda e meno sottoposta alla fortuna quella società che è fondata e governata da uomini saggi ed attenti. Viceversa quella che è costituita da uomini rozzi ed incapaci dipende in massima parte dalla fortuna ed è meno salda. ⋯

Non desiderare una grande felicità

 ⋯
Quanto di meglio questo mondo ha da offrire è un’esistenza senza dolori, tranquilla, sopportabile e limiteremo le nostre pretese a tutto ciò per realizzarlo tanto più sicuramente. Infatti, per non cadere nell’estrema infelicità, il mezzo più sicuro è non desiderare una grande felicità. ⋯

Insanabile incongruenza!

Egon Schiele ⋯
Nella capitale della provincia cinese del Sezuan giungono tre dèi, in pellegrinaggio attraverso il paese alla ricerca di qualche anima buona; e ne trovano una nella prostituta Shen Te, che accorda loro ricovero per la notte. Il compenso per tale atto di bontà è ⋯

Conseguire la luce e la verità

 ⋯
Chi seriamente prende ad occuparsi di una cosa che non ha utilità materiale non può fare affidamento sulla partecipazione dei contemporanei. Si accorgerà anzi il più delle volte che si fa valere nel mondo una falsa immagine di quella cosa, che gode, com’è nell’ordine ⋯

Arrivare a se stesso

Egon Schiele ⋯
La vera vocazione di ognuno è una sola, quella di arrivare a se stesso. Finisca poeta o pazzo, profeta o delinquente, non è affar suo, e in fin dei conti è indifferente. Affar suo è trovare il proprio destino, non un destino qualunque, e ⋯

No, non vibra niente

Ronit Baranga ⋯ Scultura
Palomar si guarda attorno aspettando di sentir vibrare un’orchestra di sapori. No, non vibra niente. Tutti quei manicaretti risvegliano in lui ricordi approssimativi e mal distinti, la sua immaginazione non associa istintivamente i sapori alle immagini e ai nomi. Si domanda se la sua ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi