Incapacità di sentire

 ⋯
Ogni guerra, ogni rivoluzione, uccide e mutila emozioni e sensibilità. Qualcuno dovrà rinnovare queste correnti. Qualcuno dovrà resuscitare questa gente uccisa da dosi massicce di dolore.
Harry disse che la morte di migliaia di persone, cui aveva assistito in Cina, non l’aveva toccato, ma ⋯

Combinazione di stati

Egon Schiele ⋯
La vita è un processo del divenire, una combinazione di stati che dobbiamo attraversare. Dove la gente fallisce è che vogliono scegliersi uno stato e restarci. Questo è un tipo di morte. ⋯

Le cose e i suoi riflessi

Egon Schiele ⋯ Schlafendes Mädchen Noi non vediamo le cose come sono.
Noi vediamo le cose come siamo. ⋯

Monotonia, noia, morte

 ⋯
Uno vive così, protetto, in un mondo delicato, e crede di vivere. Poi legge un libro (L’amante di Lady Chatterley, per esempio), o fa un viaggio, o parla con Richard, scopre che non sta vivendo, che è ibernato. I sintomi dell’ibernazione sono facili da ⋯

L’infinitudine

Egon Schiele ⋯ Ma come faccio ad accettare il mio io limitato e definito, quando intuisco, in me, tutte le possibilità? ⋯

Ogni strada rimpiazzava un sospiro inutile

⋯  ⋯
Parigi. Cammino per le strade. Tormento Henry che mi riempie la testa di strade, di nomi di strade. Gli dico: “Invece di un pensiero, adesso mi porto dietro il nome di una strada nuova. Penso alle strade, le guardo dall’autobus. Non ho più  ⋯

C’era la realtà e c’erano i pensieri

Ellen Rogers
C’era la realtà e c’erano i pensieri.
Tra questi due spazi l’intercapedine della poesia.
Era lì che vivevo, distante e vicinissima,
né sopra, né sotto, ma accanto alle cose. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi