Anton Pavlovič Čechov

Creazione e distruzione

Egon Schiele ⋯ Il pidocchio delle piante mangia l’erba, la ruggine il ferro, la menzogna l’anima. ⋯

Viveva due vite

Egon Schiele ⋯
Viveva due vite: una alla luce del sole, che chiunque poteva vedere e conoscere, fatta di verità e di inganni convenzionali, una vita quasi identica a quella dei suoi amici e conoscenti, e un’altra che scorreva segreta. Per una strana coincidenza, forse per caso, ⋯

Fede e scienza

Egon Schiele ⋯
Quando hai sete, credi di poter bere un mare intero: questa è la fede: quando inizi a bere, due bicchieri ti bastano: questa è la scienza. ⋯

L’infelicità disunisce

 ⋯
Gli infelici sono egoisti, cattivi, ingiusti, crudeli e meno capaci degli sciocchi di comprendersi reciprocamente. ⋯

Presero a parlare d’amore

Egon Schiele ⋯
– Come nasca l’amore – disse Alëkin, – perché Pelageja non si sia innamorata di qualcun altro più confacente a lei e alle sue qualità spirituali e fisiche, ma si sia incapricciata proprio di Nikanor, di quel brutto ceffo (qui da noi lo chiamano ⋯

Il silenzio come espressione

⋯ Bill Gekas ⋯ In generale una frase, per bella e profonda che sia, agisce soltanto sugli indifferenti, ma non sempre può appagare chi è felice o infelice; perciò, suprema espressione della felicità o dell’infelicità appare più spesso il silenzio. ⋯

Il silenzio dell’infelicità

Egon Schiele ⋯ In generale una frase, per bella e profonda che sia, agisce soltanto sugli indifferenti, ma non sempre può appagare chi è felice o infelice; perciò, suprema espressione della felicità o dell’infelicità appare più spesso il silenzio. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi