Carl Gustav Jung

È stato uno psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero. La sua tecnica e teoria, di derivazione psicoanalitica, è chiamata “psicologia analitica” o “psicologia del profondo”, raramente “psicologia complessa”. Inizialmente vicino alle concezioni di Sigmund Freud, se ne allontanò nel 1913, dopo un processo di differenziazione concettuale culminato con la pubblicazione, nel 1912, di La libido: simboli e trasformazioni. In questo libro egli esponeva il suo orientamento, ampliando la ricerca analitica dalla storia del singolo alla storia della collettività umana. C’è un inconscio collettivo che si esprime negli archetipi, oltre a un inconscio individuale. La vita dell’individuo è vista come un percorso, chiamato processo di individuazione, di realizzazione del sé personale a confronto con l’inconscio individuale e collettivo. In Italia l’orientamento junghiano della psicoanalisi è stato introdotto da Ernst Bernhard. Fonte: Le-citazioni.it

La consapevolezza è potere

 ⋯ Robert Mapplethorpe
Il falso mito del volere è potere. Non il volere, ma la «consapevolezza» è potere. Il falso mito tanto propagandato da noi in Occidente, in ogni ambito, anche quelli purtroppo della cura mentale, dove necessaria – ancor prima del volere – è una ⋯

Parti scisse di noi stessi

Egon Schiele ⋯
Tutte le persone incontrate nella vita che hanno un potere di fascinazione su di noi sono in realtà parti scisse di noi stessi che abbiamo rimosso e che ci sono riportate indietro ⋯

Risposte inadeguate o sbagliate

Egon Schiele ⋯
Ho spesso visto persone diventare nevrotiche per essersi appagate di risposte inadeguate o sbagliate ai problemi della vita. Cercano la posizione, il matrimonio, la reputazione, il successo esteriore o il denaro, e rimangono infelici e nevrotiche anche quando hanno ottenuto ciò che cercavano. Persone ⋯

Mistero, Incontro

Egon Schiele ⋯
La via della vita si snoda sinuosa come un serpente da destra a sinistra e da sinistra a destra, dal pensare al piacere, e dal piacere al pensare. Il serpente è, da un lato, un avversario e il simbolo dell’inimicizia, ma dall’altro un saggio ⋯

L’albedo e l’Ombra

 ⋯
L’albedo corrisponde ad un processo di distillazione dell’Io dall’inconscio. Se l’opera al nero ha consentito di sperimentare una sorta di morte della propria vecchia personalità, con l’albedo comincia un processo di rinascita che porta un nuovo e più ampio senso della vita e ⋯

Contatto con la natura è perduto

 ⋯
L’uomo si sente isolato nel cosmo, poiché non è più inserito nella natura e ha perduto la sua identità inconscia emotiva con i fenomeni naturali.
essuna voce giunge più all’uomo da pietre, piante o animali, né l’uomo si rivolge a essi sicuro di venire ⋯

Enormi vecchi dinosauri

 ⋯
Le macchine che abbiamo inventato sono ora i nostri insegnanti. Se usciamo correndo anche le nostre macchine ci accompagnano, sono demoni [..] Le macchine sono come quegli enormi vecchi dinosauri che sono esistiti quando l’essere umano era una specie di scimmia lucertola e si ⋯

Passare da una tomba all’altra

Egon Schiele ⋯ Puoi vivere finché non sei consapevole di te stesso; ma quando acquisti consapevolezza passi da una tomba all’altra. ⋯

La fonte del fuoco

Egon Schiele ⋯
Ma che cos’è la passione, che cosa sono le emozioni? È lì la fonte del fuoco, è lì la pienezza dell’energia. Un uomo che non sia infiammato non è nulla: è ridicolo, è bidimensionale. Dev’essere infiammato anche se fa la figura dello stupido. Una ⋯

Amore indipendente dai vantaggi sociali

Egon Schiele ⋯ Photo Adolf Berhard
Io cerco la persona che sia capace di amare l’altro senza per questo punirlo, senza renderlo prigioniero o dissuaderlo; cerco questa persona del futuro che sappia realizzare un amore indipendente dai vantaggi o svantaggi sociali, affinché l’amore sia sempre fine a se stesso e ⋯

Realtà fisica e realtà spirituale

Egon Schiele ⋯ Quindi l’uomo primitivo vive effettivamente in due mondi. La realtà fisica è anche realtà spirituale. Il mondo fisico è innegabile e il mondo degli spiriti ha per lui un’esistenza altrettanto reale, non soltanto perché lo crede, ma per la sua ingenua consapevolezza delle cose ⋯

Eventi microfisici

Egon Schiele ⋯
Gli eventi microfisici includono l’osservatore così come il modello soggiacente a I Ching include le condizioni soggettive, cioè psichiche, nella totalità della situazione presente. La causalità descrive la sequenza temporale degli eventi, la sincronicità (in Cina) riguarda la coincidenza temporale. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi