Edmond Jabès

Della solitudine come spazio di scrittura

Minor White Minor White .
“L’aurora”, diceva, “è un gigantesco
autodafé di libri: spettacolo grandioso di
un sapere supremo sbalzato giù dal trono.
Vergine, allora, è il mattino.” La scrittura è l’espressione di questa solitudine?
Si può dare scrittura senza solitudine, oppure, ancora, solitudine senza scrittura?
La solitudine ⋯

L’asino in pena

Egon Schiele ⋯
Un asino era davvero in pena
a raccontare la sua vita d’asino
al bel cavallo bianco
che lo sdegnava. «Esprimiti come un cavallo»,
gli diceva il cavallo. E l’asino gli rispondeva: «Non posso che
esprimermi come un asino: lo sono. » Ma irritato il ⋯

Il fluido istante

Egon Schiele ⋯ Giovane madre & Autoritratto Bisogna aspettare talvolta anni perché l’istante che ci ha segnato ritrovi la sua voce, allora esso parla senza che noi possiamo più fermare il corso delle sue parole. ⋯

Il colore dell’eternità

Egon Schiele ⋯ Le gioie e le inquietudini del mare sono quelle dell’acqua, ma centuplicate. Un giorno ella seppe che il suo colore gli veniva dal vuoto. Ah! Che stravaganti balzi per raggiungere il cielo. ⋯

Dov’è il cammino?

Egon Schiele ⋯ Il cammino è sempre da trovare. Un foglio bianco è pieno di cammini. ⋯

Sottometterci alla scelta

Egon Schiele ⋯ Che differenza corre tra scegliere ed essere scelto quando non possiamo fare altro che sottometterci alla scelta? ⋯

All’alba dell’impensato

Egon Schiele ⋯  ⋯

La presa di coscienza

Egon Schiele ⋯ – Che accade dietro questa porta?
– Si inizia a sfogliare il libro
– Cosa racconta?
– La presa di coscienza di un grido. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi