Skip to main content

Cosa non potrei fare per te!

Egon Schiele ⋯ Prigione di Neulengbach
Finalmente! – Finalmente! – Finalmente! – finalmente la pena è alleviata! Finalmente carta, matita, pennelli, colori, per disegnare e per scrivere. Strazianti sono state queste ore selvagge, disordinate, terribili, queste ore indistinte, informi, monotone, totalmente grigie, che ho dovuto trascorrere come un animale, spogliato, ⋯

Scontro con l’incomprensione

Egon Schiele ⋯
Essere artista equivale a declinare la propria appartenenza d’elezione alla schiera del superominismo della fragilità. Laddove la fede strenua, incrollabile nell’urgenza creativa delle proprie opere, nell’impossibilità (spesso mista all’incredulità) a credere che la propria arte non sia quantomeno necessaria si scontra con ⋯

Estremi

Egon Schiele ⋯ Doppio autoritratto
Estremi di uno stesso essere
fratelli inscindibili
senza possibilità alcuna
di pretendere una strada diversa
divieto assoluto di amare se stesso più dell’altro da sé
divieto assoluto come unica legge
creata ed odiata
per non cadere nell’inganno di scappare lontano
creata ed odiata
per ⋯
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi