Piacere senza limiti

Egon Schiele ⋯
La carne non ammette limiti nel piacere, e il tempo che serve a procurarle tale piacere è anch’esso senza limiti. Ma il pensiero che ha appreso a ragionare intorno al fine e al limite di ciò ch’è pertinente alla carne, e che ha soppresso ⋯

Lettera a Meneceo

 ⋯
La lettera a Meneceo si apre con un’esortazione a praticare la filosofia, unico vero mezzo per raggiungere la felicità. Secondo Epicuro ogni età è adatta alla conoscenza della felicità, da giovani come da vecchi è importante e giusto dedicarci a conoscerla: da vecchi, vivendo ⋯

Lettera sulla Felicità

 ⋯
Niente c’è infatti di temibile nella vita per chi è veramente convinto che niente di temibile c’è nel non vivere più. Perciò stolto è chi dice di temere la morte non perché quando c’è sia dolorosa ma perché addolora l’attenderla; ciò che, infatti, presente ⋯

Dovremo eternamente non essere

 ⋯
Siamo nati una volta, due non è possibile nascere, dovremo eternamente non essere: tu, che non disponi del domani, rinvii l’occasione dell’oggi: e intanto la vita ci sfugge, e ciascuno di noi senza essere mai padrone di un’ora si muore. ⋯

La giustizia dell’utilità

Egon Schiele ⋯
Quando, senza che siano sopravvenute nuove circostanze, le cose sancite dalla legge come giuste si rivelano nella pratica non corrispondenti alla pre-nozione del giusto, vuol dire che in realtà non erano giuste. Ma quando, essendo sopravvenute nuove circostanze, quelle cose che erano prescritte come ⋯

Perché chiamarlo Dio?

 ⋯
Dio vuole impedire il male ma non ne è capace?
Allora non è onnipotente.
Egli ne e capace, ma non vuole? Allora è malevolo.
Egli ne è capace e vuole? Allora da dove proviene il male?
Non ne è capace e non vuole? Allora ⋯

Potenza e ricchezza

Egon Schiele  ⋯ Two friends
Se la sicurezza nei riguardi degli altri uomini deriva fino a un certo punto da una ben fondata situazione di potenza e ricchezza, la sicurezza più pura proviene dalla vita serena e dall’appartarsi dalla folla. ⋯

Le azioni di ciascuno distinguono

Egon Schiele ⋯ Non la natura – che è unica per tutti – distingue i nobili dagli ignobili, ma le azioni di ciascuno e la sua forma di vita. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi