Eugenio Montale

L’uomo-artista

Egon Schiele ⋯
L’uomo, l’uomo-artista crede più o meno in buona fede di aspirare alla libertà, ma nel suo profondo la considera come un’ipotesi disastrosa e, per fortuna, inattuabile. ⋯

Non chiederci la parola

Egon Schiele ⋯
Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l’animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
Perduto in mezzo a un polveroso prato. Ah l’uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso ⋯

Fermarti a mezza via

Egon Schiele ⋯
E senti allora, se pure ti ripetono che puoi, fermarti a mezza via o in alto mare, che non c’è sosta per noi, ma strada, ancora strada, e che il cammino è sempre da ricominciare. ⋯

Forse un niente

Egon Schiele ⋯ Dettagli di due studi dello scheletro tra Gustave Klimt ed Egon Schiele Eppure resta
che qualcosa è accaduto,
forse un niente
che è tutto. ⋯

Affilata felicità

  ⋯
Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama. ⋯

Passare il tempo

 ⋯
Perché si lavora? Certo per produrre cose e servizi utili alla società umana, ma anche, e soprattutto, per accrescere i bisogni dell’uomo, cioè per ridurre al minimo le ore in cui è più facile che si presenti a noi questo odiato fantasma del tempo. ⋯

Cigola la carrucola del pozzo

Egon Schiele ⋯ Portrait of actress Marga Boerner
Cigola la carrucola del pozzo, l’acqua sale alla luce e vi si fonde. Trema un ricordo nel ricolmo secchio,
nel puro cerchio un’immagine ride.
Accosto il volto a evanescenti labbri:
si deforma il passato, si fa vecchio, appartiene ad un altro…
Ah che già ⋯

I duplicati

Egon Schiele ⋯ The hermits
Tutto fa pensare che l’uomo d’oggi sia più che mai estraneo vivente tra estranei, e che l’apparente comunicazione della vita odierna − una comunicazione che non ha precedenti − avvenga non tra uomini veri ma tra i loro duplicati. ⋯

Una stoltezza

Egon Schiele ⋯ Portrait of Wally Neuzil
E ora che ne sarà del mio viaggio?
Troppo accuratamente l’ho studiato
senza saperne nulla.
Un imprevisto è la sola speranza.
Ma mi dicono ch’è una stoltezza dirselo. ⋯

Surrogato di vita

Egon Schiele ⋯ Pensai presto, e ancora penso, che l’arte sia la forma di vita di chi veramente non vive: un compenso o un surrogato. ⋯

Affinità effuse

⋯ Egon Schiele ⋯ Accade che le affinità dell’anima non giungano ai gesti e alle parole ma rimangano effuse come un magnetismo. È raro, ma accade. ⋯

Il divino poema

Michal Mozolewski ⋯  ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi