François-Marie Voltaire

Amore

 ⋯
Amor omnibus idem. A questo punto bisogna far ricordo alla natura fisica; l’immaginazione ha ricamato la trama della natura. Se vuoi avere un’idea dell’amore, guarda i passeri o i piccioni del tuo giardino, oppure osserva il toro messo vicono alla tua giovenca; guarda il ⋯

Borsa di Londra

 ⋯
Entrate nella Borsa di Londra, quel luogo più rispettabile di tante corti: vi troverete riuniti i deputati di tutte le nazioni per l’utilità degli uomini. Là l’ebreo, il maomettano e il cristiano si trattano reciprocamente come se fossero della stessa religione, e chiamano infedeli ⋯

La bussola dimenticata

Egon Schiele ⋯ Gli uomini che cercano la felicità sono simili a quegli ubriachi che non riescono a trovare la loro casa, ma che sanno di averne una. ⋯

La luce che opaca

 ⋯ C’è chi in seconda fila brilla e in prima s’eclissa. ⋯

È triste avere tante idee

Egon Schiele ⋯
È vero: chi gode ne sa più di chi riflette, o almeno sa meglio, è più felice. Ma che volete? Non dipendeva da me né ricevere né respingere tutte le idee che sono venute nel mio cervello per combattersi fra loro e hanno preso ⋯

Non ci sono estreme delizie

Egon Schiele ⋯ Reclining Woman Il maggior bene è quello che vi diletta con tanta forza da mettervi nella totale impossibilità di sentire altro, come il maggior male è quello che giunge a privarvi di ogni sentimento. Non ci sono estreme delizie, né estremi tormenti che possano durare tutta ⋯

La morte della ragione

Egon Schiele ⋯ Il più grande dei crimini […] è la guerra; ma non vi è alcun aggressore che non colori questo misfatto con il pretesto della giustizia. ⋯

L’entusiasmo ragionevole

Egon Schiele ⋯
L’entusiasmo è esattamente come il vino: può eccitare tanto tumulto nei vasi sanguigni, e così violente vibrazioni nei nervi, che la ragione ne viene affatto distrutta. Può anche causare soltanto leggere scosse, che si limitano a dare al cervello solo un poco più di ⋯

Solo gli uomini virtuosi hanno amici

Egon Schiele ⋯
È un tacito contratto fra due persone sensibili e virtuose. Dico sensibili, perché un monaco, un solitario può non essere malvagio e vivere senza conoscere l’amicizia. Dico virtuose, perché i malvagi hanno soltanto dei complici; i gaudenti, compagni di baldoria; le persone interessate, dei ⋯

Non ci sono sette in geometria

⋯ Nicola Samorì ⋯
Ogni setta, di qualunque genere sia, è l’insieme del dubbio e dell’errore. Non ci sono sette in geometria: non si dice un “euclidiano” o un “archimediano“. Quando la verità è evidente, è impossibile che sorgano partiti e fazioni. Mai s’è ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi