Friedrich Nietzsche

Pensatore che ha condizionato il corso di gran parte dell’Ottocento e sicuramente di tutto il Novecento, Friedrich Wilhelm Nietzsche nasce il 15 ottobre 1844 in un piccolo villaggio della Sassonia prussiana. Figlio di un pastore protestante, il piccolo Friedrich viene cresciuto in un’atmosfera carica di sentimento religioso, seppur stemperato dalla mitezza tipica dell’approccio riformato.

Erro nei articoli di fede

Antonio Mora ⋯
Per immensi periodi di tempo, l’intelletto non ha prodotto nient’altro che errori: alcuni di questi si dimostrarono utili e atti alla conservazione della specie: chi s’imbatté in essi o li ricevette in eredità, combatté con maggior fortuna la sua battaglia per se stesso e ⋯

Per giudicare il delinquente e il suo giudice

Francisco de Goya ⋯ Il delinquente, che conosce l’intero flusso delle circostanze, non trova la sua azione così fuori dell’ordine e della comprensibilità come i suoi giudici che biasimano; ma la sua pena gli viene commisurata proprio in base al grado di stupore, da cui quelli sono colti ⋯

Tutto è acqua

 ⋯
Talete diceva: “Non l’uomo, bensì l’acqua è la realtà delle cose“. Egli comincia a credere nella natura, nella misura almeno in cui crede nell’acqua. Come matematico e astronomo aveva acquisito una certa freddezza nei confronti di tutto quanto sia mitico e allegorico, ⋯

Ci occorre la storia

Rosalba Pollio
L’immediata osservazione di sé non basta affatto a conoscere se stessi: ci occorre la storia, poiché il passato continua a fluire in noi in cento onde; noi stessi anzi non siamo nulla se non quello che istante per istante percepiamo di questo fluire. Noi ⋯

Vaso della felicità

Egon Schiele ⋯ Auf der ferse aitzend frau
Pandora portò il vaso coi mali e lo aprì. Era il dono degli dèi agli uomini, un dono di fuori bello e seducente, chiamato «vaso della felicità». Subito tutti i mali, esseri vivi e alati, volarono fuori: da allora girano per il ⋯

La volontà staccata

Loui Jover Stare in piedi con i muscoli rilassati e con la volontà staccata: questa è la cosa più ardua per voi tutti, o sublimi! ⋯

Rinascere infinite vite

Reinhard Brandt ⋯
Il filosofo come vero oppositore della mondanizzazione, come distruttore di ogni felicità apparente e allettante, di tutto ciò che è promesso da una tale felicità, cioè come distruttore tra gli uomini degli stati, delle rivoluzioni, delle ricchezze, degli onori, delle scienze, delle Chiese: questo ⋯

Scomoda certezza

Niklaus Manuel  ⋯ Dance of Death Della morte siamo certi: perché non esser di buon umore? ⋯

Gli spiritualmente limitati

 ⋯ Il giudizio e la condanna morale è la vendetta preferita degli spiritualmente limitati su coloro che lo sono meno di loro. ⋯

Interrogare e tentare

 ⋯
Chiamo infelici tutti coloro che hanno soltanto una scelta: divenire bestie feroci, o feroci domatori di bestie; presso di loro non vorrei drizzar la mia tenda. Chiamo ancora infelici coloro che devono sempre attendere – essi non sono di mio gusto, tutti questi doganieri, ⋯

Disimparare ad amare gli altri

Safet Ze Si comincia col disimparare ad amare gli altri e si finisce col non trovare più niente in noi stessi degno d’essere amato. ⋯

La sorte dell’uomo

 ⋯
Codesta sarebbe la sorte dell’uomo, se egli fosse proprio soltanto un animale conoscente; la verità lo spingerebbe alla disperazione e all’annientamento […] All’uomo s’addice però solo la fede nella verità raggiungibile, nell’illusione avvicinabile pieni di fiducia. Non vive egli propriamente attraverso un continuo venir ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi