John Carpenter

Il seme della follia

 ⋯
Rimase in piedi davanti allo strappo, con lo sguardo perduto nell’abisso dell’ignoto, nella palude stigia che si estendeva dall’altra parte. I suoi occhi rifiutarono di chiudersi e non gridò. Ma le creature, orrende e abominevoli, gridarono per lui nel momento in cui le vide ⋯

Diventiamo insensibili a tutto

 ⋯
Può darsi che siano sempre esistite, quelle scritte là. O forse se la godono a vederci odiare tra noi, a guardarci uccidere l’uno con l’altro: a poco a poco diventiamo insensibili a tutto. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi