Michail Bakunin

La violenza dello stato

⋯  ⋯
…nessuno Stato per quante democratiche siano le sue forme, foss’anche la repubblica politica più rossa, popolare solo nel suo falso significato noto con il nome di rappresentanza del popolo, sarà mai in grado di dare al popolo quello che vuole e cioè la libera ⋯

La povertà è la schiavitù

 ⋯
Oltre a stigmatizzare la dipendenza del lavoro e soprattutto dei lavoratori dal Capitale (e ai suoi rappresentanti fisici, i capitalisti), descrive anche la mentalità, caratteristica dei padroni.
Ma soprattutto Bakunin sprona i lavoratori, ma non solo loro, ad esigere una maggiore libertà.
In particolare, ⋯

Vogliate essere liberi, e lo sarete!

 ⋯ Cari compagni,
vi ho detto la volta scorsa che due grandi avvenimenti storici avevano fondato la potenza della borghesia: la rivoluzione religiosa del sedicesimo secolo, conosciuta col nome di Riforma, e la grande Rivoluzione politica del secolo scorso. Ho aggiunto che, quest’ultima, compiuta certamente ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi