Michail Bulgakov

All’improvviso niente

Egon Schiele ⋯ Sì, l’uomo è mortale, ma questo sarebbe un male da poco. Il peggio è che talvolta egli è mortale all’improvviso. ⋯

Il Maestro e Margherita

 ⋯
— Lei non è Dostoevskij, — disse la donna a cui Korov’ev faceva perdere il filo.
— Be’, chi lo sa, chi lo sa, — rispose lui.
— Dostoevskij è morto, — disse la donna, ma con poca convinzione.
— Protesto! — esclamò calorosamente ⋯

Sono assai importanti gli occhi

Egon Schiele ⋯ Moglie dell'artista
Ma l’espressione degli occhi, li non si sbaglia, che li guardi da vicino o da lontano. Eh sì, sono assai importanti gli occhi, sono una specie di barometro. Vedi chi ha una grande aridità nell’anima, chi senza una ragione può schiaffarti la punta dello ⋯

Riduciamo gli organici

Egon Schiele ⋯
L’avevo lasciato nel mese di giugno. Allora era venuto da me, aveva rollato una sigaretta di tabacco forte, e cupamente aveva detto. «Beh, ho finito l’università.» «Complimenti, dottore» dissi io, partecipe. Le prospettive del medico appena sfornato si delineavano nel modo seguente: nella sezione ⋯

Gli occhi: una specie di barometro

 ⋯
Ma l’espressione degli occhi, li non si sbaglia, che li guardi da vicino o da lontano. Eh sì, sono assai importanti gli occhi, sono una specie di barometro. Vedi chi ha una grande aridità nell’anima, chi senza una ragione può schiaffarti la punta dello ⋯

La lama finnica

Egon Schiele ⋯
L’amore ci aveva sorpreso inatteso e violento come un assassino che sbuchi fuori d’improvviso, e ci aveva pugnalato entrambi. Così colpisce il fulmine, così colpisce la lama finnica. Del resto, lei sosteneva in seguito che non avvenne così, che noi ci amavamo sicuramente da ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi