Michel Foucault

Nasce a Poitiers (Francia) il giorno 15 ottobre 1926. Il padre, il nonno e come il bisnonno erano medici, orgogliosi della loro tradizione di famiglia, molto religiosa; così anche la carriera di Michel sembra essere predestinata. Ma il giovane già a undici anni sconcerta il padre dichiarando di voler diventare uno storico. Nel 1940 viene mandato in un collegio di frati; la madre tuttavia, che proviene da una famiglia meno rigida dal punto di vista religioso di quella del padre, fa impartire a Michel anche lezioni private di filosofia.

La possibilità di abolire l’uomo

Francisco Goya ⋯ Due vecchi
Il Monaco di Goya, con quella bestia calda sulla schiena, le zampe sulle sue spalle, e quel muso che alita al suo orecchio, resta solo: nessun segreto viene rivelato. È presente soltanto la più interiore e nello stesso tempo la più selvaggiamente libera delle ⋯

Dissoluzione del buon senso

 ⋯
La ripetizione che, nel concetto, non era se non la vibrazione impertinente dell’identico, diviene nella rappresentazione il principio di programmazione del simile. Ma chi riconosce il simile, l’esattamente simile, quindi il meno simile – il più grande e il più piccolo, il più chiaro, ⋯

La questione del soggetto

 ⋯
Forse ai nostri giorni l’obiettivo non è quello di scoprire che cosa siamo, ma di rifiutare quello che siamo. Dobbiamo immaginare e costruire quello che potremmo essere, per liberarci di questo tipo di «doppio legame» politico che è l’individualizzazione e la totalizzazione simultanea delle ⋯

La negatività dell’uomo

 ⋯
Se la ricerca con tutti i caratteri che abbiamo descritto è diventata ai nostri giorni l’essenza e la realtà di ogni psicologia, questo non è il segno che la psicologia ha infine raggiunto la sua età scientifica e positiva; al contrario, è il segno ⋯

La rocciosa ragione

Egon Schiele ⋯ La follia è l’esterno liquido e grondante della rocciosa ragione. ⋯

Le reti del potere

 ⋯
La delinquenza ha una certa utilità economica-politica nelle società che conosciamo. Quest’utilità si può facilmente rivelare: quanto più criminali esistono più crimini esisteranno; quanto più crimini ci saranno più paura avrà la popolazione e quanta più paura avrà la popolazione più accettabile e desiderabile ⋯

Non innamorarsi del potere

Niklaus Manuel ⋯
Come fare per non diventare fascisti anche se (soprattutto se) si crede di essere militanti rivoluzionari? Come liberare i nostri discorsi e i nostri atti, i nostri sentimenti e i nostri piaceri dal fascismo? Come snidare il fascismo rintanato nel nostro carattere? Azione politica ⋯

Amplificazione della sragione classica

 Francisco Goya ⋯ L'idiota
Il Goya della Casa del Sordo s’indirizza alla follia dell’uomo gettato nella sua notte… Questa follia che unisce e separa il tempo, che curva il mondo nel cerchio di una notte, questa follia così estranea all’esperienza che le è contemporanea, non trasmette forse, per ⋯

Il mio corpo, in realtà, è sempre altrove

Egon Schiele ⋯
È legato a tutti gli altrove del mondo. E, a dire il vero, è altrove solo nel mondo. Perché è intorno a esso che le cose si dispongono, è rispetto a esso, e rispetto a esso come rispetto a un sovrano, che ci sono ⋯

Punti di resistenza

  ⋯
Là dove c’è potere c’è resistenza… Questi punti di resistenza sono presenti dappertutto nella trama di potere. Non c’è dunque rispetto al potere un luogo del grande Rifiuto – anima della rivolta, focolaio di tutte le ribellioni, legge pura del rivoluzionario. Ma delle resistenze ⋯

Cosa ci ha lasciato Foucault?

 ⋯ Sono un artificiere. Fabbrico qualcosa che alla fin fine serve a un assedio, a una guerra, a una distruzione. Io non sono per la distruzione, ma sono a favore del fatto che si possa passare, che si possa avanzare, che si possano abbattere i ⋯

Principio di realtà

 ⋯
La Scrittura è ciò che permette di spingersi sempre più oltre le frontiere dell’immaginazione. Il principio di realtà o piuttosto la scrittura, è ciò che a forza di spinte successive sposta il momento della conoscenza oltre l’immaginazione. La scrittura è ciò che forza a ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi