Figlio di Aristone del demo di Collito , è stato un filosofo greco antico. Assieme al suo maestro Socrate e al suo allievo Aristotele ha posto le basi del pensiero filosofico occidentale. Fonte: Le-citazioni.it

Ritengono di non sapere ciò che non sanno

Egon Schiele ⋯
Coloro i quali sono già sapienti non desiderano più sapere, […]; né d’altra parte desiderano sapere quelli che si trovano in una condizione di ignoranza tale da essere cattivi: nessuno infatti che sia cattivo e insipiente desidera sapere.
estano dunque coloro che hanno questo ⋯

Sembrare giusto

Egon Schiele ⋯ Il capolavoro dell’ingiustizia è di sembrare giusto senza esserlo. ⋯

L’uomo è un prigioniero

Egon Schiele ⋯ L’uomo è un prigioniero che non può aprire la porta della sua prigione e scappare… deve aspettare, e non è libero di gestire la sua vita finché Dio non lo chiama. ⋯

Guarire la nostra ferita

Egon Schiele ⋯
Dichiaro che la nostra specie può essere felice se segue Eros sino al suo fine, così che ciascuno incontri l’anima sua metà, recuperando l’integrale natura di un tempo. Se questo stato è il più perfetto, allora per forza nella situazione in cui ci troviamo ⋯

Bestie selvagge

Egon Schiele ⋯ Di tutte le bestie selvagge, l’ignoranza è la più difficile da trattare. ⋯

Le solite domande

Egon Schiele ⋯
Fin quando avrò respiro e ne sarò capace, non smetterò di amare la sapienza, di sferzarvi, di mettere le cose a nudo con chiunque via via incontri sulla strada, facendo le solite domande: Ehi, campione, tu che sei ateniese, della città più alta e  ⋯

Opinioni non veraci

Egon Schiele ⋯ Sitzendes maedchen in unterkleid
– Non è dunque così diss’io, ma solo appare dolce allora il riposo rispetto al dolore, e doloroso rispetto al piacere, e queste apparenze non han nulla di verace rispetto alla verità del piacere, ma è piuttosto una specie di inganno.
[…] – Or ⋯

Chi sono gli amanti della sapienza

Egon Schiele ⋯ Self-portrait with raised arms, back view
Quando nacque Afrodite, gli dei si riunirono a banchettare e fra gli altri c’era anche Poros, Risorsa, figlio di Metis, Intelligenza Astuta. Dopo che ebbero cenato, vista l’abbondanza di cibo, arrivò a mendicare Penia, Povertà, e sì fermo sull’uscio. Poros, intanto, ubriaco di nettere ⋯

Mentre osservava le stelle, cadde in un pozzo

Grave stone for Egon and Edith Schiele in St. Veit Cemetery
Lo stesso che si racconta anche di Talete, Teodoro, il quale, mentre osservava le stelle e guardava in alto, cadde in un pozzo: una serva tracia, intelligente e graziosa, si prese gioco di lui, perché si affannava nel conoscere le cose celesti, ma si ⋯

Entrambi i generi in natura

Egon Schiele ⋯ Solei d'autumne
Non c’è nessuna attività di coloro che amministrano la città che sia della donna in quanto donna, né dell’uomo in quanto uomo, ma le nature sono disseminate in entrambi gli esseri, e la donna partecipa secondo natura di tutte le attività, e alla pari ⋯

L’ignoranza è insopportabile

Egon Schiele ⋯
Nemmeno gli ignoranti amano la sapienza, né desiderano diventare sapienti. Proprio in questo, difatti, l’ignoranza è insopportabile, nel credere da parte di chi non è né bello né eccellente, e neppure saggio, di essere adeguatamente dotato. Chi non ritiene di essere privo, dunque, non ⋯

Il flusso della bellezza

Egon Schiele  ⋯
E come un soffio di vento o un’eco, rimbalzando da superfici levigate e solide, viene rinviata al punto di emissione, così il flusso della bellezza, arrivando nuovamente al bell’amato attraverso gli occhi, che sono la via naturale per arrivare all’anima, come vi è giunto ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi