Søren Kierkegaard

È stato un filosofo, teologo e scrittore danese, il cui pensiero è da alcuni studiosi considerato punto di avvio dell’esistenzialismo. Fonte: Le-citazioni.it

State attenti

Egon Schiele ⋯
State attenti: la nave è ormai in mano al cuoco di bordo, e le parole che trasmette il megafono del comandante non riguardano più la rotta, ma quel che si mangerà domani. ⋯

Orizzonte della malinconia

Egon Schiele ⋯
Se si domanda a un malinconico quale
ragione egli abbia per esser così, cosa
gli pesa, risponderà che non lo sa, che
non lo può spiegare. In questo consiste
lo sconfinato orizzonte della malinconia. ⋯

Essere soli nel mondo

 ⋯ Nel profondo di ogni essere umano vive ancora l’ansia per la possibilità di essere soli nel mondo, dimenticato da Dio, trascurato tra milioni e milioni in questa enorme famiglia. Si mantiene questa ansia a distanza guardando i tanti round su chi gli sono legati ⋯

L’angoscia si può paragonare alla vertigine

Egon Schiele ⋯
Chi volge gli occhi al fondo di un abisso, è preso dalla vertigine. Ma la causa non è meno nel suo occhio che nell’abisso: perché deve guardarsi. Così l’angoscia è la vertigine della libertà, che sorge mentre lo spirito sta per porre la sintesi ⋯

(Ne)anche le stelle muoiono…

Egon Schiele ⋯ The Young Mother
Quando il pericolo è così grande che la morte è divenuta la speranza, allora la disperazione nasce venendo a mancare la speranza di poter morire. In quest’ultimo significato la disperazione è chiamata la malattia mortale: quella contraddizione penosa, quella malattia dell’io di morire eternamente, ⋯

Pazienza di vivere

Egon Schiele ⋯ Mother and Child
A me manca in tutto e per tutto la pazienza di vivere.
Non posso vedere l’erba crescere, e poiché non lo posso, non ho voglia di guardarla. Le mie idee sono considerazioni fugaci di uno «scolastico vagabondo» che percorre la vita precipitosamente.
Un proverbio ⋯

Comunità meschina

⋯  ⋯
C’è una forma di invidia della quale ho visto frequenti esempi, in cui molti cercano di ottenere qualcosa facendo i bulli. Se, per esempio, entro in un luogo dove sono radunate diverse persone, accade spesso che uno o l’altro mi prende subito di mira ⋯

Un passo indietro

Egon Schiele ⋯ Bildnis des Kunstlers Albert von Gutersloh
La felicità è una porta che si
apre dall’interno: per aprirla bisogna
umilmente fare un passo indietro. ⋯

Non ne vale la pena

Egon Schiele ⋯
Ti riconoscevano come un cervello fine, in compenso però dicevano che ti saresti perduto e non saresti diventato un membro della società degno di nota. È innegabile che nel mondo esiste tanta gente meschina che vuole trionfare su tutto quello che si eleva di ⋯

Vivere esteticamente

Egon Schiele ⋯
Ma cosa vuole dire vivere esteticamente e cosa vuol dire vivere eticamente? Cosa è l’estetica nell’uomo? E cosa è l’etica? A ciò risponderò: L’estetica nell’uomo è quello per cui egli spontaneamente è quello che è; L’etica è quello per cui diventa quello che diventa. ⋯

Permanente dramma

Egon Schiele ⋯ Edith Schiele in dress
Paradossale è la condizione umana. Esistere significa poter scegliere; anzi, essere possibilità. Ma ciò non costituisce la ricchezza, bensì la miseria dell’uomo. La sua libertà di scelta non rappresenta la sua grandezza, ma il suo permanente dramma. Infatti egli si trova sempre di ⋯

Inganno precoce

Egon Schiele ⋯
Ci sono molti uomini che arrivano a un risultato nella vita come tanti scolari, che ingannano i loro insegnanti copiando il risultato dal libro di matematica senza aver fatto il calcolo da sé. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi