Vladimir V. Nabokov

Fuggevole spiraglio di luce

 ⋯
La culla dondola su un abisso, il buonsenso ci dice che la nostra esistenza è soltanto un fuggevole spiraglio di luce tra due eternità di tenebre. Benché le due eternità siano gemelle identiche, l’uomo di norma, contempla l’abisso prenatale con più serenità di quanto ⋯

Prima della nascita di Lolita

Egon Schiele ⋯
Una sua simile l’aveva preceduta? Ah sì, certo che sì! E in verità non ci sarebbe stata forse nessuna Lolita se un’estate, in un principato sul mare, io non avessi amato una certa iniziale fanciulla. Oh, quando? Tanti anni prima della nascita di Lolita ⋯

Il piacere della ricerca

Egon Schiele ⋯ The Beach, Moonlight Non posso separare il piacere estetico che provo nel vedere una farfalla dal piacere scientifico di sapere che cosa è. ⋯

Luce intermittente

⋯ Ellen Rogers ⋯ Colui che è troppo preso dal lavoro della propria anima non può sfuggire un fenomeno comune e malinconico, benché alquanto curioso: ossia, egli sperimenta la morte improvvisa di un ricordo insignificante che l’occasione fortuita richiama dall’ospizio umile e remoto in cui esso stava concludendo ⋯

L’amore è misteriosamente esclusivo

Egon Schiele ⋯
Non posso fare a meno di pensare che nell’amore ci sia qualcosa di essenzialmente sbagliato. Tra amici si litiga o ci si perde di vista, e anche tra parenti stretti, ma non c’è questo spasimo, questo pathos, questa fatalità che sta attaccata all’amore. L’amicizia ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi