Egon Schiele ⋯
Non leggerti al plurale,
leggiti all’inverso,
slacciati le mani,
togliti il cappello.
Un’invenzione dell’ombra
dà credito al sole.
Balla
sulla tua ignoranza,
serra la mano, il fiore, le astuzie.
Sarai altro
prima di voltarti.

Crediti
 • Eugenio Vitali •
 • La traccia •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Il verme
122% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Rendiamo grazie per la nostra povertà, disse il tipo vestito di stracci. Lo vidi con quest’occhio: vagava per un paese di case piatte, fatte di cemento e mattoni, fra Messico e Stati Uniti. Rendiamo grazie per la nostra violenza, disse, anche se sterile c⋯
Egon Schiele ⋯ Perché prendi invano immagini fugaci?
40% PoesiePublio Ovidio NasoneSchiele Art
Qui il ragazzo, stanco per la fatica della caccia e il caldo, si distese, allettato dall’aspetto del luogo e dalla fonte, e, volendo sedare la sete, un’altra sete gli crebbe, e mentre beve, rapito dall’immagine dell’aspetto che vede, s’innamora di una spe⋯
Zdzisław BeksińskiBatteva il sole su quel putridume
40% Charles BaudelairePoesie
Ricordi, anima mia, quel che vedemmo un bel mattino dolce d’estate dietro quel sentiero? una carogna infame, su un letto sparso di sassi: zampe all’aria, come una laida donna, ardente e trasudante veleni, spalancava il ventre indifferente e cinico tra tan⋯
Egon Schiele ⋯ Dio ci attende al varco
38% Meister EckhartSchiele Art
Dio ci attende al varco soprattutto con l’amore : colui che ne è preso porta il legame più forte, e tuttavia è un dolce peso. Chi ha preso su di sé questo dolce peso, procederà e penetrerà verso la sua meta . Sopporterà e soffrirà gioiosamente tutto ciò c⋯
⋯ Oskar Kokoschka ⋯Io ti voglio, sono io
36% Pedro SalinasPoesie
Per vivere non voglio isole, palazzi, torri. Che grandissima allegria: vivere nei pronomi! Ora togliti i vestiti, i connotati, i ritratti; io non ti voglio così, travestita da altra, figlia sempre di qualcosa. Ti voglio pura, libera, irriducibile: tu. So ⋯
Egon Schiele ⋯ Amati senza paragonarti
34% Daisaku IkedaSchiele Art
Qualunque fiore tu sia, quando verrà il tuo tempo, sboccerai. Prima di allora una lunga e fredda notte potrà passare. Anche dai sogni della notte trarrai forza e nutrimento. Perciò sii paziente verso quanto ti accade e curati e amati senza paragonarti o v⋯