Barriera alla comunicazione

La tendenza a giudicare gli altri è la più grande barriera alla comunicazione e alla comprensione.


Crediti
 • Carl Rogers •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Non preoccuparti delle barriere degli altri
67% Max StirnerPoliticaSchiele Art
Io dico: liberati quanto puoi e avrai fatto ciò che sta in tuo potere; infatti non è dato a tutti di superare ogni barriera, ossia, per parlare più chiaramente non per tutti è una barriera ciò che lo è per alcuni. Perciò non preoccuparti delle barriere de⋯

Egon Schiele ⋯ Ballata di cose da niente
60% François VillonPoesieSchiele Art
So vedere una mosca nel latte, So riconoscere l’uomo dall’abito So distinguere l’estate dall’inverno So giudicare dal melo la mela So conoscere dalla gomma l’albero, So quando tutto è poi la stessa cosa, So chi lavora e chi non fa un bel niente, So tutto,⋯

Egon Schiele ⋯ La comunicazione
52% Georges BatailleSchiele Art
La situazione degli uomini è scoraggiante. Essi debbono «comunicare». Ma la «comunicazione» non può realizzarsi senza ferire o insozzare gli esseri. La «comunicazione» non può avvenire da un essere pieno e intatto ad un altro: essa vuole esseri in cui si ⋯

Egon Schiele ⋯ The Blind IIProblema filosofico veramente serio
46% Albert CamusFrammentiSchiele Art
Vi è solamente un problema filosofico veramente serio: quello del suicidio. Giudicare se la vita valga o non valga la pena di essere vissuta, è rispondere al quesito fondamentale della filosofia. Il resto – se il mondo abbia tre dimensioni o se lo spirito⋯

Egon Schiele ⋯ Self-PortraitIl mio discorso su Amore
41% FilosofiaPlatoneSchiele Art
Ciascuno di noi è dunque come un contrassegno d’uomo, tagliato com’è, a somiglianza delle sogliole, da uno in due; e cerca quindi sempre il contrassegno a lui corrispondente. Ora, tutti quegli uomini che sono frazione del sesso comune, quello che allora s⋯

 ⋯ Il riflesso del giudizio
40% AforismiFranz Kafka
L’unica capace di giudicare è la parte in causa, ma essa, come tale, non può giudicare. Perciò nel mondo non esiste una vera possibilità di giudizio, ma solo il suo riflesso.