Egon Schiele ⋯ Fischerboot
[…] il «puro», detto del pensiero, sta a significare intanto il liberarsi o evincersi del pensiero da ciò che, sembrando arricchimento o integrazione, è in realtà una limitazione, che gli proviene dall’esterno e che resta esterna. Cosicché l’interpretare un pensiero appartiene non al pensiero, ma alla biografia dell’interprete.
Esperienza di un pensiero non è mai l’esperienza soggettiva di quel pensiero; l’esperienza di un pensiero si rivela essere quel pensiero reso oggetto di un’esperienza. La purificazione consiste nel ritrovare, invece, che quel pensiero è un pensiero soggetto della stessa esperienza; non più esperienza *del* pensiero, col «di» oggettivante, ma esperienza *del* pensiero, ossia appartenenza-esperienza allo stesso pensiero, o coappartenenza dei due termini, che termini non sono.

Crediti
 • Angelo U. Crisci •
 • Metafisica Pura •
 • Saggio sul pensiero filosofico di Giovanni Romano Bacchin, Consistenza dell'esperire •
 • SchieleArt • Kirsty O'Connor Fischerboot •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
37% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
 ⋯ Purificare dagli importi gnoseologistici
33% Angelo U. CrisciFilosofia
Si coglie il significato di «puro» solo purificando; è necessario purificare dagli importi gnoseologistici od anche solo gnoseologici o conoscitivi la parola «puro». Si sa che l’uso di tale parola è equivoco e che la filosofia classica tedesca, soprattutt⋯
Egon Schiele ⋯ Self-PortraitIl mio discorso su Amore
30% FilosofiaPlatoneSchiele Art
Ciascuno di noi è dunque come un contrassegno d’uomo, tagliato com’è, a somiglianza delle sogliole, da uno in due; e cerca quindi sempre il contrassegno a lui corrispondente. Ora, tutti quegli uomini che sono frazione del sesso comune, quello che allora s⋯
Egon Schiele ⋯ Il Grande Tai Chi
29% FilosofiaLao TzuSchiele Art
Se si va cercando il Grande Creatore, si vuole tornare a mani vuote. L’origine dell’universo è in definitiva inconoscibile, un grande fiume invisibile che scorre sempre attraverso una vasta e fertile valle. Silenzioso ed increato, che crea tutte le cose. ⋯
Egon Schiele ⋯ Stehender aktDiventare sensibile ai segni
28% FilosofiaGilles DeleuzeSchiele Art
Innamorarsi vuol dire individualizzare qualcuno attraverso i segni che porta o che emette. Vuol dire diventare sensibile a questi segni, iniziarsi ad essi (come nella lenta individualizzazione di Albertine, entro il gruppo delle fanciulle). L’amicizia può⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
28% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso “Il piacere del testo” analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a “leggere fino a farsi del male! F⋯